07:53 26 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (441)
2216
Seguici su

Gli Stati Uniti stanno lavorando a un “cambio di regime” in Venezuela, secondo quanto dichiarato dal Segretario di Stato USA Mike Pompeo.

Il Segretario di Stato USA Mike Pompeo ha dichiarato in un'intervista con il canale colombiano Caracol TV che gli Stati Uniti stanno lavorando per un “cambio di regime” in Venezuela.

"Il progetto a cui stiamo lavorando dovrebbe portare alla fine (del regime) di Maduro, e il popolo venezuelano sarà in grado di tenere elezioni libere ed eque. Lavoriamo con i paesi del Sud America, America Centrale ed Europa, paesi di tutto il mondo, per raggiungere questo risultato", ha detto il Segretario di Stato.

Allo stesso tempo, Pompeo ha aggiunto di credere che la strategia di Washington nei confronti del Venezuela sia efficace e non debba essere modificata.

"Ovviamente, resta ancora molto da fare. Maduro è ancora al potere, scatenando in questa maniera una delle più grandi crisi umanitarie nella storia del mondo. Ma insieme stiamo andando avanti", ha concluso il Segretario di Stato.

Alcuni giorni fa, in un'intervista al Washington Post, Maduro ha dichiarato di essere pronto per un dialogo diretto con gli Stati Uniti, ma preferirebbe avere a che fare con il presidente Donald Trump, perché ritiene che Pompeo abbia fallito ed è responsabile dell'attuale politica americana nei confronti del Venezuela.

La crisi in Venezuela

Il governo di Maduro, sostenuto da Russia e Cina, ha accusato Washington di aver cercato di rovesciarlo per ottenere l'accesso alle vaste risorse petrolifere del Venezuela, che si dice siano le più grandi del mondo. Il leader ha definito il rivale Guaido un "burattino di Washington" e ha notato che quest'ultimo è apertamente sostenuto dall'amministrazione Trump.

Gli Stati Uniti hanno imposto diverse serie di severe restrizioni economiche rivolte al settore energetico del Venezuela e agli alti funzionari, soffocando così ulteriormente un'economia già afflitta dall'iperinflazione e dal decadimento delle infrastrutture.

Dopo diversi mesi di apparente pausa, i disordini politici hanno preso un'altra svolta all'inizio di gennaio, dopo che l'Assemblea Nazionale ha eletto Luis Parra in sostituzione del leader dell'opposizione Guaido come suo leader. A quest'ultimo è stato impedito di partecipare al voto, poiché non è stato in grado di accedere all'edificio del Parlamento.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (441)

Correlati:

La Cina rinnova il suo sostegno alla sovranità e agli interessi legittimi del Venezuela
Pompeo: con Maduro nessuna possibilità di elezioni libere in Venezuela
Da Lavrov e Pompeo discussi Venezuela, futuro di START e START-3 e controllo degli armamenti
Tags:
USA, Venezuela, Mike Pompeo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook