00:04 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 32
Seguici su

Critico di Google suggerisce che sua moglie potrebbe essere morta a causa di sua testimonianza su collusione Google-Clinton.

Un informatore di alto profilo di Google che a luglio ha testimoniato davanti al Congresso che il motore di ricerca si era intromesso nelle elezioni presidenziali del 2016 per conto di Hillary Clinton ha fatto diverse affermazioni criptiche su Twitter sul tragico incidente che ha portato alla morte di sua moglie.

Il dottore Robert Epstein, psicologo senior della ricerca presso l'American Institute for Behavioral Research and Technology, ha dichiarato al comitato giudiziario del Senato che la sua ricerca ha rivelato che i risultati di ricerca distorti generati dall'algoritmo di ricerca di Google hanno probabilmente influenzato gli elettori indecisi favorendo in questa maniera Hillary Clinton con almeno 2,6 milioni voti” nelle elezioni presidenziali del 2016.

A dicembre, Epstein ha annunciato che sua moglie è stata uccisa quando la sua macchina è andata fuori controllo in condizioni meteorologiche avverse a Escondido, in California. La California Highway Patrol ha detto che la donna ha perso il controllo della sua Ford Ranger sotto la pioggia finendo nella corsia opposta venendo travolta da un tir e un SUV, secondo quanto riferito dalla KNSD di San Diego. Epstein, tuttavia, ora afferma in un recente tweet che uno dei funzionari che ha informato durante le udienze di luglio aveva dichiarato che lui sarebbe morto in un incidente tra qualche mese.

​Epstein ha anche condiviso un'immagine del veicolo gravemente danneggiato che sua moglie stava guidando al momento dell’incidente, twittando che la Ford Ranger di sua moglie è stata colpita lateralmente da un tir con due carichi di cemento.

​I tweet sono giunti dopo che Epstein ha twittato giorni prima, citando Google e Clinton, che sua moglie non aveva tendenze “suicide” e che non credeva che entrambe le parti avessero avuto un ruolo nell'incidente che l'aveva uccisa nonostante le affermazioni dei "teorici della cospirazione".

Correlati:

WikiLeaks accusa, direzione di Google al servizio di Hillary Clinton
“Non fanno paura le notizie fake, ma chi ha il potere di manipolare l'informazione”
Autodistruzione di Trump, Hillary, Hollywood, e tutto il resto...
Tags:
Google, Google
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook