22:25 27 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 54
Seguici su

L’aviazione indiana ha annunciato l’entrata in servizio del primo stormo di caccia Sukhoi Su-30 equipaggiati con il missile supersonico indo-russo BrahMos.

L'Indian Air Force (FAI) ha incorporato il primo squadrone di caccia Sukhoi Su-30 MKI equipaggiati con missili supersonici BrahMos di design indo-russo, del peso di 2,5 tonnellate e raggiungendo 290 chilometri.

"È un enorme aggiunta alle capacità operative della FAI", ha dichiarato il comandante dell'Aviazione indiana Rakesh Kumar Singh Bhadauria.

Il nuovo stormo, chiamato Tiger Sharks, inizialmente avrà da quattro a sei aerei di base nella aeroporto militare di Thanjavur, nello stato del Tamil Nadu.

Verso la fine dell'anno, si aggiungeranno 18 aeromobili con una autonomia di volo di 1.500 chilometri, riporta il Times of India.

Secondo il giornale, la squadra aiuterà a svolgere missioni di sorveglianza strategica nell'Oceano Indiano e, in particolare, nel Golfo del Bengala.

Nel 2018, il Ministero della Difesa dell'India ha firmato con la compagnia aeronautica BrahMos un contratto per equipaggiare fino a 40 aerei Su-30 MKI con nuovi missili aerei.

Il missile BrahMos

Descritto come il missile da crociera supersonico più veloce al mondo, la prima versione di questo missile era in grado di raggiungere una velocità che andava dai Mach 2,5 a 2,8 (cioè in grado di superare i 3mila km/h). 

Questo tipo di missile può essere lanciato anche da nave, sottomarino e da terra. 

L’abbinamento di questo missile, che di per sé sarebbe incredibilmente veloce ma avrebbe gittata piuttosto modesta (300 km scarsi) alla capacità del Su-30 MKI di percorrere invece grandi distanze ed essere rifornito in volo, potrebbe consentire di utilizzare il BrahMos per colpire obiettivi in tutta l’Asia meridionale.

Negli ultimi anni, l'India ha attivamente pubblicizzato il missile in altri Paesi della regione. Nuova Delhi è attualmente in trattativa con le Filippine per la vendita dell'arma a Manila. Secondo alcune informazioni l'accordo potrebbe venire concluso già l'anno prossimo.

La joint venture Brahmos è stata creata nel 1998 e prende il nome dai fiumi Brahmaputra e Moscova. Produce missili da crociera omonimi, oltre a lanciatori, sistemi di controllo missilistico, equipaggiamento per strutture di stoccaggio. Si occupa anche dell'addestramento di equipaggi, della riparazione e dell'aggiornamento di missili.

Correlati:

L'India testa il missile supersonico da crociera BrahMos - Video
L'India potrebbe realizzare un proprio caccia imbarcato
Via alla produzione degli S-400 russi all'India: saranno operativi entro il 2025
Tags:
Su-30
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook