15:43 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Oxfam, in occasione del Wef di Davos 2020, pubblica il nuovo report sulla ricchezza e la povertà del mondo dal titolo 'Time to care – Aver cura di noi'. Di cosa si parlerà al Wef 2020?

Oxfam, in occasione del World Economic Forum che si terrà a Davos dal 21 al 24 gennaio 2020, pubblica il suo nuovo report ‘Time to care – Aver cura di noi’ per evidenziare i fenomeni che mettono “a repentaglio i progressi nella lotta alla povertà” e che secondo loro minano “la coesione e la mobilità sociale” ed alimenta un “profondo senso di ingiustizia e insicurezza” tra le popolazioni più emarginate del pianeta.

Anche se la ricchezza globale è cresciuta tra giugno 2018 e giugno 2019, essa resta concentrata “al vertice della piramide distributiva: l’1% più ricco, sotto il profilo patrimoniale, deteneva a metà 2019 più del doppio della ricchezza netta posseduta da 6,9 miliardi di persone”, scrive Oxfam nel comunicato di presentazione del report.

C’è quindi maggiore ricchezza nel mondo, ma non viene distribuita tra tutti i suoi abitanti piuttosto si concentra sempre più.

2,153 miliardi di persone detengono più ricchezza di 4,6 miliardi di persone. Se poi si guarda agli uomini più ricchi del mondo (22), essi posseggono quanto tutte le donne dell’Africa messe insieme.

Il 46% della popolazione mondiale vive con 5,5 USD al giorno.

Secondo i dati del rapporto Oxfam, il 46% della popolazione del pianeta vive con soli 5,5 USD al giorno, come dire che vivono con 165 USD al mese o circa 149 euro.

Il Wef 2020

Al Wef 2020 quest’anno si parlerà di come salvare il pianeta dalla plastica e dal surriscaldamento, della tecnologia applicata, al futuro della salute e il futuro del lavoro e delle società al tempo della Quarta rivoluzione industriale.

Ma si parlerà anche di geopolitica e oltre, di quali sono i business migliori del momento e del futuro.

Correlati:

Davos: Conte incontra Bolsonaro
Conte a Davos: italiani pazienti con Ue ma ora serve nuova prospettiva
Conte e Bolsonaro a Davos: le fregate Fremm e l'accordo Ue-Mercosur
Tags:
Oxfam, davos
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook