20:19 07 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
131
Seguici su

Piccoli gruppi di manifestanti sono ancora nel centro della città e la manifestazione antigovernativa sta attualmente proseguendo in modo pacifico.

Gli agenti che sono rimasti feriti negli scontri con i manifestanti, sono stati aggrediti dopo essere stati portati in ospedale, ha detto il ministero degli interni del paese in una nota.

"Gli agenti della sicurezza interna feriti sono stati aggrediti da una serie di rivoltosi all'ospedale Alwardiyah e al centro medico dell'Università americana di Beirut", afferma la nota.

Un video pubblicato sui social network mostra un gruppo di persone che attaccano le persone in uniforme della polizia che i medici aiutano a uscire dalle ambulanze vicino all'ingresso dell'ospedale.

Gli scontri

Gli scontri con le forze dell'ordine sono seguiti quando i manifestanti hanno tentato di scavalcare le recinzioni dell'edificio del parlamento. Più di 165 persone sono rimaste ferite negli scontri, secondo la Croce Rossa libanese. Il presidente libanese Michel Aoun ha ordinato all'esercito nella capitale di proteggere i manifestanti pacifici e di tenere la situazione sotto controllo.

La crisi in Libano

L’ondata di proteste in Libano è partita lo scorso 17 ottobre, quando il governo ha annunciato l’intenzione d'introdurre nuove tasse, tra le quali anche un’imposta sull'utilizzo dell’applicazione di messaggistica WhatsApp e l'aumento delle accise su sigarette nazionali e importate. Dopo l’inizio delle manifestazioni il governo ha parzialmente ritirato le proposte di nuove tasse, ma questo non ha fermato il malcontento dei cittadini nei confronti del governo, incapace di dare una risposta sulle emergenze che affliggono il paese da alcuni anni a questa parte: occupazione, smaltimento irregolare dei rifiuti, afflusso di profughi dalla vicina Siria.

In seguito alle manifestazioni e le crescenti tensioni nel paese il premier Saad Hariri ha rassegnato le dimissioni lo scorso autunno. Il nuovo governo del Libano non è stato ancora formato. La situazione nel settore bancario del paese è peggiorata notevolmente e ora il Libano rischia il collasso economico: da allora, i libanesi hanno visto svalutare la loro valuta nazionale, la sterlina libanese, di oltre il 60% rispetto al dollaro USA durante il periodo.

Correlati:

Libano, scontri tra manifestanti e sostenitori del governo a Beirut
Libano, primo ministro Hariri rassegna le dimissioni in seguito alle proteste a Beirut
Sparatoria a Trieste, la dinamica del duplice omicidio - I testimoni: "Sembrava Beirut"
Tags:
Manifestanti, Rivolta
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook