19:23 12 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Gli agenti della polizia di Mosca hanno fermato un sospetto assassino dopo che i vicini di casa hanno denunciato che in un appartamento dove abitava la vittima la musica continuava a suonare da dieci giorni di fila.

"Giovedì alle ore 19.31 (di Mosca) da alcuni cittadini è arrivata una denuncia per disturbo della quiete. Fatto sta che per diversi giorni suonava la musica (...)", riferisce l'ufficio stampa del quartier generale del ministero degli Interni russo.

Giunti sul posto insieme alla protezione civile, i poliziotti hanno sfondato la porta dell’appartamento ed hanno trovato nella cucina il corpo del proprietario sessantenne con tre ferite sul petto compatibili con coltellate.

Venerdì i militari della polizia criminale hanno fermato a Ščerbinka, una cittadina nei pressi della capitale russa, un uomo trentanovenne, sospettato di aver commesso l’omicidio.

"Si presuppone che verso le ore 19.00 del 7 gennaio questo uomo ha inflitto le lesioni soprannominate e si è allontanato dal luogo di delitto", ha spiegato la polizia.

Come riportato dall'assistente del direttore del dipartimento investigativo centrale del Comitato investigativo russo a Mosca Yulia Ivanova, è stato avviato un procedimento penale per omicidio. Gli investigatori intendono chiedere al tribunale la detenzione preventiva nei confronti del sospetto.

Ad inizio di gennaio in Bielorussia un uomo è stato trovato senza vita dopo esser rimasto seduto al tavolo del cenone di capodanno in seguito ad una lite con un compaesano.

Tags:
Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook