18:06 08 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
La conferenza sulla Libia a Berlino (30)
325
Seguici su

Dalle colonne di Politico Erdogan è intervenuto sulla questione libica, avvertendo l'Europa circa i rischi che sarebbero comportati da un proseguimento del conflitto armato nel Paese nordafricano.

L'Europa dovrebbe collaborare con la Turchia nel tentativo di mettere fine al conflitto in Libia, si legge in un intervento di Recep Tayyip Erdogan sulle colonne del portale Politico.

In primo luogo, il leader turco ha lanciato una critica contro la comunità internazionale, che a suo modo di vedere avrebbe "fallito nel prendersi le proprie responsabilità per mettere fine alle violenze e ristabilire la pace e la stabilità" in Libia.

Sottolineando la divisione tra gli stati membri dell'UE in merito alla questione libica, con la Germania schierata in favore di Fayez al-Sarraj e la Francia che invece supporta il maresciallo Khalifa Haftar, Erdogan afferma che "un potenziale fallimento nel supportare adeguatamente il Governo di Accordo nazionale di Sarraj corrisponderebbe ad un tradimento nei confronti dei suoi valori più profondi, tra cui la democrazia e i diritti umani".

Il leader turco, richiamando l'Europa a mostrare di essere "un attore di rilievo sulla scena politica internazionale", mette in guardia la comunità internazionale circa i rischi a cui secondo lui si andrebbe incontro in caso di caduta del governo libico:

"L'Europa dovrà far fronte a una serie di problematiche e di minacce in caso di caduta del legittimo governo libico. Le organizzazioni terroristiche come l'ISIS e al-Qaeda, che hanno subito una sconfitta militare in Siria e in Iraq, troveranno terreno fertile per rimettersi in piedi", ha scritto Erdogan.

In conclusione, il leader turco ha poi avvertito che qualora non si riuscisse al più presto possibile a mettere fine al conflitto "la violenza e l'instabilità alimenteranno l'immigrazione irregolare verso l'Europa".

La Conferenza di Berlino

Domani, 19 gennaio, nella capitale tedesca si terrà una conferenza multilaterale nel corso della quale sarà messa sul tavolo la crisi libica e alla quale prenderanno parte i due leader delle parti in conflitto, Khalifa Haftar e Fayez al-Sarraj, oltre a numerosi rappresentanti dei più importanti attori politici sulla scena internazionale.

Nelle scorse ore il maresciallo Haftar, che ad inizio settimana aveva incontrato Sarraj a Mosca avviando il negoziato, ha confermato la propria disponibilità a firmare il cessate il fuoco e ha inviato una lettera al leader russo, Vladimir Putin, con la quale ha accettato l'invito di quest'ultimo a tenere nuovi negoziati in Russia.

Lo stesso Putin ha poi confermato la propria presenza al summit berlinese, auspicando che nel corso dello stesso possa verificarsi un buon dialogo tra Haftar e Sarraj sotto l'egida delle Nazioni Unite.

Tema:
La conferenza sulla Libia a Berlino (30)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook