20:02 15 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha prolungato lo stop ai voli verso la capitale iraniana fino al 28 marzo per motivi di sicurezza.

Inizialmente Lufthansa aveva un piano di riavviare il collegamento aereo con Teheran entro il 20 gennaio, ovvero lunedì prossimo. Tuttavia, il vettore tedesco ha deciso di prolungare il provvedimento.

“A causa della incertezza persistente circa la sicurezza dello spazio aereo nella zona in cui è situato l’aeroporto di Teheran e dello spazio aereo iraniano Lufthansa sospende i voli a/da Teheran fino al 28 marzo. Questo è valido anche per i sorvoli sopra l’Iran”, ha comunicato la compagnia mediante un post su Twitter.

Lufthansa era operativa con un volo a frequenza giornaliera tra Francoforte e Teheran, con partenza dallo scalo tedesco alle 13:30 e arrivo alle 21:05 locali a Teheran per l'andata, e rientro con decollo alle 2:25 da Teheran ed atterraggio a Francoforte alle 5:40.

Le compagnie aeree internazionali hanno iniziato a mettere restrizioni ai voli in Iran e sopra il Paese dopo che è precipitato il Boeing 737-800 della compagnia Ukrainian International Airlines (MAU), è caduto pochi minuti dopo il decollo dall’aeroporto di Teheran in mattinata dello scorso 8 gennaio.

A bordo dell’aereo si trovavano 168 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio. Nell'incidente nessuno è riuscito a sopravvivere, in quanto prima di toccare il suolo, l’aeromobile aveva raggiunto l’altitudine di 2.400 metri. Le vittime sono cittadini di Canada, Iran, Germania, Ucraina, Gran Bretagna, Svezia e Afghanistan.

L’11 gennaio il Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche (Pasdaran) ha riconosciuto che l’aereo ucraino è stato abbattuto per errore umano. Il Boeing ucraino si è trovato vicino ad una struttura militare iraniana ed il sistema di difesa aerea lo ha scambiato per un missile da crociera. I militari iraniani hanno osservato che aspettavano un attacco da parte degli USA e per questo motivo i sistemi di difesa aerea sono stati messi in pronto impiego. Il comandante delle forze militari-spaziali dei Pasdaran Amir Ali Hajizadeh, ha dichiarato che i Pasdaran si assumono la piena responsabilità dello disastro dell’aereo ucraino.

Tags:
Germania, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook