21:40 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 100
Seguici su

In Francia vanno avanti le manifestazioni contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente della Repubblica, Emmanuel Macron.

Nuova iniziativa dei manifestanti francesi, che da settimane stanno facendo sentire la loro voce, protestando contro la riforma delle pensioni elaborata dal governo transalpino.

Questa mattina, all'appello intersindacale delle sigle CGT, FSU, SUD e UNSA hanno risposto un centinaio di scioperanti, che si sono radunati davanti al Louvre per esprimere il proprio malcontento e hanno bloccato l'accesso al museo, che avrebbe dovuto aprire i battenti alle 9.

"Questa iniziativa si iscrive nella continuità degli appelli dell'intersindacale Culture alla mobilizzazione contro il progetto di riforma delle pensioni Macron e per delle migliori condizioni di lavoro e un aumento dei salari", si legge in un comunicato dell'intersindacale.

​"Non siamo in grado di aprire. Speriamo di riuscirci nel corso della giornata", ha detto un impiegato del museo in un video che è stato poi pubblicato su Twitter e che mostra l'interminabile coda che si è venuta formare di fronte alla nota galleria parigina.

La riforma francese delle pensioni 

Sostanzialmente, la riforma che Macron, Philippe e il governo francese hanno intenzione di approvare e contro la quale i francesi protestano dallo scorso 5 dicembre, punta alla uniformazione del sistema pensionistico del paese, con l'introduzione di una gestione unica che garantisca un metodo di calcolo della pensione uguale per tutti i lavoratori.

Attualmente, invece, sebbene l'età pensionabile si attesti formalmente sui 62 anni, nella realtà dei fatti esistono numerosissimi privilegi per determinate categorie di lavoratori, con ben 42 casse pensionistiche esistenti, tra le quali, a titolo di esempio, quella per i dipendenti delle ferrovie o quella degli infermieri.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook