18:54 26 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
161
Seguici su

Società conferma i colloqui in corso con Foxconn per la costituzione di una join venture per la produzione di auto di ultima generazione.

Dopo l'accordo con Psa, adesso Fca guarda ad Oriente e si affida alla Cina per la svolta green. Sul tavolo c'è infatti la possibilità di una join venture con Hon Hai Precision Ind. Co. Ltd, meglio conosciuta come Foxconn, per la produzione di veicoli ecologici ad alta tecnologia.

I vertici della società hanno confermato i colloqui in corso con il gigante cinese. Se si arriverà a un punto d'accordo Fca metterà i piedi in Cina per lo sviluppo e la produzione di veicoli elettrici di nuova generazione a tecnologia IoV (Internet of Vehicles). Ma ancora è tutto da definire. 

"La collaborazione proposta, inizialmente focalizzata sul mercato cinese, consentirebbe alle parti - spiega Fca in una nota - di unire le capacità di due affermati leader mondiali nell’ambito della progettazione automobilistica, dell'ingegneria, della produzione e della tecnologia mobile software, per concentrarsi sul crescente mercato dei veicoli elettrici a batteria. Le parti sono in procinto di firmare un accordo preliminare che disciplinerà le ulteriori discussioni intese al raggiungimento di un accordo vincolante e definitivo nei prossimi mesi. Non vi è tuttavia garanzia del fatto che tale accordo sarà raggiunto o lo sarà entro tale termine".

Lo scorso dicembre è arrivato l'ok per la fusione tra la casa automobilistica francese Peugeot e Fiat Chrysler Automobiles, dopo un lungo periodo di complesse trattative. La fusione ha dato vita al quarto costruttore dʼauto mondiale, con sedi operative a Torino, Parigi e Auburn Hills.

Tags:
Cina, Fca (Fiat Chrisler Automobile), Parigi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook