00:48 09 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
3023
Seguici su

Il cacciatorpediniere di nuova generazione della marina degli Stati Uniti d'America potrebbe essere equipaggiato con i missili CPS.

La marina militare degli Stati Uniti d'America starebbe seriamente considerando di dotare il nuovo cacciatorpediniere USS Zumwalt, che entrerà in servizio a partire dal 2021, con testate missilistiche Conventional Prompt Strike (CPS). 

A riportarlo è  Fox News, che ha interpellato sulla questione il capitano Kevin Smith, uno dei progettisti dello Zumwalt.

"Sarebbe la piattaforma perfetta sulla quale equipaggiare il CPS. Il potenziale intrinseco di questa nave è il suo segno distintivo. E' una nave disegnata per essere invisibile e colpire l'avversario", ha spiegato Smith ai microfoni della nota emittente americana.

Il CPS

Il programma di armamenti Conventional Prompt Strike (CPS), emerso inizialmente all'epoca della presidenza di George W. Bush, dovrebbe portare gli Stati Uniti a dotarsi di missili balistici capaci di equipaggiare delle testate convenzionali, portando ogni proiettile ad avere la stessa velocità e la stessa gittata di un arma nucleare.

Recentemente il Pentagono avrebbe richiesto un incremento della spesa dedicata al programma CPS, che è stato accantonato diverse volte per poi essere sempre ripreso.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook