11:30 25 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
280
Seguici su

Ieri Putin aveva anticipato la decisione di creare la carica di vicepresidente del Consiglio di sicurezza e aveva ventilato l'ipotesi di assegnare l'incarico a Dmitry Medvedev.

Con un decreto presidenziale Vladimir Putin ha introdotto la carica di vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa e ha assegnato la nomina per questo incarico al premier dimissionario Dmitry Medvedev.

Il documento è stato pubblicato sul sito ufficiale del Cremlino, dove è disponibile per la consultazione.

Ieri Medvedev ha comunicato le dimissioni del governo russo in vista dei cambiamenti che saranno apportati alla Carta costituzionale da una commissione formata dallo stesso Putin.

Nelle ore successive alle dimissioni, il presidente Putin aveva già espresso la propria intenzione di creare la nuova carica di vicepresidente del Consiglio di sicurezza e aveva ipotizzato che a ricoprire l'incarico sarebbe potuto essere proprio Medvedev, del quale il capo dello stato aveva sottolineato l'ottimo lavoro svolto e l'esperienza maturata nell'ambito della Difesa e della sicurezza.

Il Consiglio di sicurezza della Federazione Russa è un organo consultivo in materia di sicurezza nazionale a disposizione del capo dello stato, il quale lo presiede.
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik