14:17 24 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
456
Seguici su

Israele diventa esportatore di energia e pompa gas naturale in Egitto dal giacimento Leviathan. Al via il forum del gas del Mediterraneo dell'est che vedrà seduti allo stesso tavolo israeliani e palestinesi.

Israele ha iniziato a pompare gas naturale in Egitto. Viene così attuato lo storico accordo fra i due paesi siglato nei mesi scorsi. La conferma proviene da un comunicato congiunto reso noto dei rispettivi ministeri dell'energia. 

“Un grande sviluppo che serve gli interessi economici di entrambi i paesi, in quanto consentirà a Israele di trasferire il suo gas naturale in Europa attraverso gli impianti di liquefazione egiziani, nel quadro del crescente ruolo dell'Egitto come snodo regionale per il commercio di energia", si legge nella nota pubblicata su Agenzia Nova.

L'annuncio verrà ufficializzato nel corso della riunione ministeriale dell'East Med Gas Forum che si terrà domani al Cairo, alla quale saranno attesi, oltre ai rappresentanti di Egitto e Israele, anche quelli di Cipro, Grecia, Italia, Giordania e Autorità nazionale palestinese. Secondo quanto riferito dal ministero del Petrolio egiziano,  verrà approvata l’istituzione “di un'organizzazione regionale per il gas naturale”.

Con questo accordo, per la prima volta, Israele diventa fornitore di energia.  Il gas esportato proviene dal giacimento Leviathan, a largo delle coste israeliane . L'operazione era stata definita dal il ministro dell'energia israeliano Yuval Steinitz "una storica pietra miliare per lo Stato di Israele".

Il giacimento di Leviatham

E' il maggior giacimento israeliano, definito nel 2010 la più grande scoperta di gas naturale del decennio.Contiene circa 535 miliardi di metri cubici di gas naturale, oltre a 34.1 milioni di barili di condensato.

Si trova sul mar Mediterraneo, a 130 chilometri dalla città di Haifa, ed è controllato da un consorzio formato da Noble Energy, Delek Drilling e Ratio. Sono state queste ad annunciare, il 31 dicembre, l'inizio delle attività di pompaggio che hanno reso Israele uno stato esportatore. 

Il Forum del gas del Mediterraneo dell'Est

Lanciato nei mesi scorsi dalle autorità egiziane, è una iniziativa di diplomazia economica che riunisce i diversi attori del Mediterraneo orientale coinvolti nel mercato del gas, in quanto compratori, acquirenti o intermediari. Un forum che vede seduti allo stesso tavolo, oltre a Paesi dell'area mediterranea, come Grecia, Cipro, Italia e Giordania, anche Israele e l'Anp.

L'iniziativa ha suscitato anche interesse da parte di Washington, che ha inviato in Egitto il segretario all’Energia Usa, Rick Perry, anche se ufficialmente gli Usa non hanno preso parte al forum.

Tags:
gas, Palestina, Israele, Egitto
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik