19:00 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
3014
Seguici su

Funzionari statunitensi hanno faticato a presentare una narrativa coerente sulla minaccia supposta di Qasem Soleimani agli interessi degli Stati Uniti in Medio Oriente, tentennando sul fatto che l'anziano generale iraniano costituisse o meno una minaccia "imminente".

Il presidente degli USA Donald Trump ha accusato i “Fake news media” e i loro “Partner Democratici” di dubitare che i presunti piani futuri del Gen. Soleimani di attaccare gli USA fossero “imminenti” o meno.

Secondo Trump, la sua amministrazione era “d’accordo” sul fatto che la minaccia fosse “imminente”, ma “non ha molta importanza a causa dell’orribile passato di [Soleimani]!”

Il presidente USA ha accusato i media e i suoi oppositori democratici di “aver cercato di trasformare il terrorista Soleimani in un ragazzo meraviglioso, solo perché ho fatto quello che avrebbe dovuto essere fatto 20 anni fa”.

Trump ha scritto male “imminente” nel suo primo tweet, scrivendolo invece come “eminente”. Nel suo tweet successivo, probabilmente per errore, si è riferito ai suoi avversari con l’appellativo “Sinistra Rafical”.

Correlati:

Trump: con uccisione di Soleimani Usa cercano di fermare la guerra
Uccisione di Soleimani, per 49% italiani Trump ha sbagliato
Tags:
Qasem Soleimani, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook