15:36 28 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
318
Seguici su

La Corte Suprema ha stabilito che la satira non può essere considerata uno strumento in grado di distruggere i valori della fede cristiana.

La Corte suprema brasiliana ha deciso di annullare la sentenza che aveva imposto l'oscurazione del controverso The First Temptation of Christ, la commedia blasfema che tanto ha infastidito l'opinione pubblica brasiliana per il fatto di fornito una rappresentazione di un Gesù Cristo omosessuale.

Dal giorno della sua pubblicazione, avvenuta lo scorso 3 dicembre, la pellicola realizzata dal canale YouTube Porto dos Fundos, aveva creato non poche polemiche, soprattutto tra le fasce più conservatrici della popolazione locale.

Il giorno della vigilia di Natale, addirittura, due persone mascherate si erano avventate sugli studi di Porto dos Fundos facendogli piovere addosso una pioggia di bombe molotov.

Il gruppo ha poi rivendicato il gesto, spiegando di aver agito in questo modo per "fare giustizia in nome di tutti i brasiliani a cui sono stati arrecati danni da un comportamento blasfemo, borghese e antipatriottico.

In seguito, proprio in virtù del grande scandalo sorto attorno alla pellicola e di una petizione per la sua rimozione dalla programmazione Netflix, il film era stato oscurato, fino alla sentenza di oggi, che ha stabilito quanto segue:

"Non è possibile affermare che lo humour e la satira posseggano una qualche forza magica capace di distruggere i valori della fede cristiana, che esiste da oltre duemila anni."
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook