22:56 25 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
4275
Seguici su

L'esercito di Haftar prosegue l'avanzata oltre Sirte e punta a Misurata. La città sarebbe già circondata. Lo riferisce Al Arabiya.

L'esercito di Haftar avanza oltre Sirte per prendere il controllo di nuove posizioni. Inoltre avrebbe esteso la sua zona di influenza a nuovi siti ad ovest della città. Lo riferisce Al Arabiya, citando la pagina facebook delle forze della LNA. 

Il prossimo obiettivo dell'avanzata è la città di Misurata, bastione dell'esercito di Serraj. Secondo quanto riferisce al Arabiya la città sarebbe già completamente accerchiata. Tutti gli ingressi sarebbero ormai caduti sotto il controllo del LNA, comprese le postazioni strategiche da cui partono gli attacchi e i siti in cui l'esercito del governo di accordo nazionale avrebbe dovuto ricevere gli aiuti militari turco. 

Il capo di stato maggiore Faraj al-Mahdaw, secondo quanto riferisce Al Arabiya, ha dichiarato che il controllo della città di Sirte avrebbe messo sotto scacco le truppe di Tripoli, in particolare quelle situate nella città di Misurata, dove l'esercito avrebbe tagliato le forniture militari al contingente in arrivo dalla Turchia attraverso la base aerea di Qaradabiya

Lunedì, Sirte è caduta sotto il controllo delle forze del LNA, in seguito a una rapida e improvvisa offensiva militare lanciata, probabilmente, in vista dell'arrivo del contingente turco. 

La dichiarazione congiunta di Italia, Francia, Germania e UK

Il vertice tra i ministri degli Esteri di UE, Italia, Francia, Germania e Gran Bretagna si è concluso con una dichiarazione congiunta in cui si esorta la Turchia a porre fine all'ingerenza sulla Libia e le parti a fermare immediatamente l'escalation di violenza. 

"Abbiamo concordato una dichiarazione congiunta... Chiediamo la fine immediata di ogni ulteriore escalation di violenza, nonché delle interferenze esterne, che sono aumentate negli ultimi giorni", ha detto l'Alto rappresentante dell'UE Josep Borrell ai giornalisti.

“Quando parlo delle crescenti interferenze esterne, intendo l’ingerenza da parte della Turchia”, ha dichiarato Borrell.

"Sappiamo che la situazione si sta deteriorando giorno dopo giorno e l'unica soluzione per la Libia è il dialogo politico tra le parti, non esiste una soluzione militare", ha aggiunto il capo della diplomazia europea.

 

 

 

Tags:
Fayez al-Sarraj, Khalifa Haftar, Turchia, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook