17:02 28 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad (85)
6400
Seguici su

Continua l'escalation in Medio Oriente dopo il brutale assassinio del generale iraniano Qasem Soleimani, ucciso lo scorso 3 di gennaio.

Il governo iraniano starebbe valutando 13 "scenari di vendetta"  per l'assassinio del comandante delle forze Quds, generale Qasem Soleimani.

A riferirlo è Ali Shamkhani, alto responsabile iraniano della sicurezza, il quale è stato intervistato dall'agenzia di stampa Fars:

"Gli americani devono sapere che per ora nel Consiglio abbiamo discusso tredici scenari di vendetta e sebbene si stia formando del consenso attorno a quello più 'leggero', la sua messa in atto sarà un incubo per tutti gli americani", ha spiegato il funzionario.

Le promesse di vendetta iraniane

Lo scorso 3 gennaio il generale Qasem Soleimani è rimasto ucciso in seguito ad un raid aereo degli Stati Uniti d'America, operato con l'ausilio di droni

L'assassinio di Qasem Soleimani è stato accolto nel mondo islamico e non solo con sgomento per via di una possibile escalation militare in Medio Oriente.

L'Iran ha definito l'azione di Washington un intollerabile atto di "terrorismo di stato", minacciando serie rappresaglie.

Nelle scorse ore il Parlamento di Teheran ha ascritto l'esercito USA alla lista delle organizzazioni terroristiche internazionali.

Tema:
Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad (85)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook