17:31 07 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad (85)
5150
Seguici su

Nelle scorse ore il Pentagono ha invece ribadito la propria indisponibilità a ritirare le proprie truppe dal territorio iracheno.

Stando a quanto riportato dall'agenzia di stampa AFP, il governo tedesco sarebbe sul punto di mettere in atto il ritiro di una parte dei suoi effettivi dall'Iraq.

Il Ministero della Difesa si starebbe apprestando a trasferire una trentina di uomini da Baghdad e Taji, che saranno dislocati tra la Giordania e il Kuwait.

La presenza militare tedesca in Iraq potrà avere un seguito - ha spiegato il ministro degli Esteri di Berlino Heiko Mess - in presenza "di un invito ufficiale da parte del governo e del Parlamento iracheni.

"Se non è più questo il caso, ciò significa che la base legale per la nostra permanenza lì viene a mancare", ha aggiunto il ministro.

Dalla creazione della coalizione anti-ISIS, avvenuta nel 2014, l'Iraq ha dispiegato 415 uomini nei teatri mediorientali, con circa 120 di essi di stanza in Iraq.

La mossa di Berlino arriva a poche ore dall'approvazione da parte del governo iracheno di una mozione che prevede l'espulsione di tutte le forze armate straniere dal Paese e la fine dell'accordo tra Baghdad e la coalizione a guida americana.

Il no categorico degli USA

Nelle scorse ore una lettera è stata inviata all'autorità militare di Baghdad, annunciando il ritiro degli Stati Uniti d'America dal territorio del Paese.

Tale eventualità è stata tuttavia smentita dal Pentagono, che per voce del capo dello stato maggiore congiunto delle forze armate statunitensi, Mark A. Milley, ha ribadito la propria indisponibilità ad abbandonare l'Iraq.

Tema:
Le tensioni tra Usa e Iran dopo l'omicidio del generale Soleimani a Baghdad (85)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook