04:26 06 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
303
Seguici su

Due collisioni di veicoli Tesla hanno causato la morte di tre persone domenica e la polizia dell'Indiana e della California sta ancora cercando di rispondere a una domanda fondamentale: chi aveva il controllo al momento dell'incidente?

Domenica, una Tesla Model S è passata a un semaforo rosso su una superstrada della California a Los Angeles, schiantandosi contro una Honda Civic e uccidendo due persone all'interno della Civic, riporta la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA). Lo stesso giorno, una Tesla Model 3 si è schiantata contro un camion dei pompieri parcheggiato su un'autostrada senza pedaggio dell'Indiana, provocando la morte di un passeggero nella Tesla. Il 7 dicembre, un Tesla Model 3 si è scontrata con un’auto della polizia su un'autostrada del Connecticut. Tuttavia, a seguito di tale incidente non si sono verificati infortuni.

Secondo un rapporto della CBS, l'NHTSA indagherà sull'incidente della California ma non ha deciso se indagherà sull'incidente dell'Indiana. In entrambi questi incidenti, non è chiaro se la modalità Autopilota di Tesla era stata attivata.

Nella collisione del Connecticut, che sarà anche indagata dall'NHTSA, l'autista della Tesla ha detto alla polizia che la macchina era in modalità Autopilota quando si è verificato l'incidente.

Il sistema di pilota automatico di Tesla consente alle auto di parcheggiare, cambiare corsia e "navigare autonomamente in determinate condizioni", secondo il sito Web di Tesla.

Tesla ha ripetutamente affermato che il suo sistema di pilota automatico è progettato per aiutare e non sostituire gli autisti. Sul suo sito Web, la società, fondata da Elon Musk, scrive: “Il pilota automatico consente alla tua auto di sterzare, accelerare e frenare automaticamente all'interno della sua corsia. Le attuali funzionalità del pilota automatico richiedono una supervisione attiva del conducente e non rendono il veicolo autonomo. ”Secondo un rapporto del Verge, Tesla dovrebbe implementare auto autonome per il pubblico entro la metà del 2020. Tuttavia, Musk ha anche affermato che la macchina non dovrebbe essere completamente autonoma fino alla fine del 2020 come minimo.

Tuttavia, i recenti incidenti hanno aumentato la preoccupazione per la funzione di guida semi-autonoma.

"Ad un certo punto la domanda diventa naturale: quante prove sono necessarie per determinare che il modo in cui questa tecnologia viene utilizzata non è sicuro?" Jason Levine, direttore esecutivo del Centro no profit per la sicurezza automatica a Washington, viene citato come detto dall'Associated Press. "In questo caso, si spera che queste tragedie non saranno vane e porteranno a qualcosa di più di un'indagine della NHTSA."

L'NHTSA sta attualmente indagando su almeno 13 incidenti che coinvolgono Tesla risalenti fino al 2016. Tuttavia, l'agenzia non ha stabilito alcuna regolamentazione relativa alla funzione Pilota automatico

Nonostante le preoccupazioni dell'autopilota, Tesla venerdì ha rivelato di aver consegnato un record di 112.000 veicoli durante il quarto trimestre del 2019. Inoltre, CNBC riferisce che il prezzo delle azioni della società sono aumentate del 49% negli ultimi 12 mesi.

​A novembre, la funzione "Smart Summon" di Tesla è stata anche esaminata dopo che un video virale mostrava un'auto Tesla Model 3 senza conducente percorrere il lato sbagliato della strada in un parcheggio del centro commerciale a Richmond, nella Columbia Britannica, nella provincia più occidentale del Canada.

La funzione Smart Summon, che è stata lanciata a settembre, consente a un proprietario di Tesla di "convocare" letteralmente la propria auto utilizzando l'app Tesla sul proprio telefono. L'auto si sposterà automaticamente verso l'autista da una distanza massima di 60m.

Correlati:

Tesla, momenti di imbarazzo alla presentazione del nuovo Cyber Truck
Negli Usa una donna ubriaca ruba un’auto elettrica Tesla con la batteria scarica
Tesla Cybertruck: già 150.000 ordini nonostante presentazione imbarazzante
Tags:
Tecnologia, Tesla
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook