03:16 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
5124
Seguici su

Un emittente televisiva irachena avrebbe pubblicato il presunto video dell’assassinio di Qasem Soleimani.

Venerdì sera, il canale televisivo iracheno Al-Ahad ha pubblicato filmati di una telecamera presumibilmente installata vicino all'aeroporto internazionale di Baghdad nei quali si vede come i missili statunitensi colpiscono l'auto che trasportava il capo della Forza Quds del Corpo dei guardiani della rivoluzione islamica iraniana, Qasem Soleimani.

I missili nel video sarebbero gli Hellfire R9X, dei missili "ninja" modificati, i quali non hanno testata esplosiva ma sei lame rotanti progettate per ridurre al minimo i danni collaterali.

Il New York Times, a sua volta, ha riferito che i missili sono stati lanciati dal Reaper MQ-9 del veicolo aereo senza equipaggio statunitense (UAV), in grado di volare quasi silenziosamente a una velocità di 370 km orari con quattro R9X a bordo.

Il drone "cacciatore assassino" sarebbe decollato dal quartier generale del comando centrale americano in Qatar.

Il Pentagono ha rifiutato di dare informazioni sull’attacco, che secondo i militari iraniani è stato condotto da elicotteri da combattimento statunitensi all'aeroporto internazionale di Baghdad il 3 gennaio, uccidendo Soleimani, il comandante della milizia irachena Abu Mahdi al-Muhandis e altre 10 persone.

L'auto stessa non è visibile nel video, poiché apparentemente era situata oltre il muro, visibile in alcune foto della scena. Ma mostra la grande esplosione che ha travolto il veicolo a seguito dell’attacco.

 

L'assassinio di Soleimani

L'ex capo della Forza Quds dei Pasdaran, Qasem Soleimani è stato ucciso in un attacco aereo americano mentre guidava un automobile. A quanto pare stava lasciando l'aeroporto internazionale di Baghdad il 3 gennaio. I massimi funzionari iraniani hanno promesso di vendicarsi per il "crimine" americano e hanno accusato Washington di aver intrapreso un "terrorismo internazionale".

Gli Stati Uniti hanno difeso la loro azione sostenendo di averlo fatto per proteggere il proprio personale diplomatico in Iraq, le cui vite sarebbero state minacciate dalle attività di Soleimani. Washington dunque ha accusato l'Iran di aver orchestrato l'assedio dell'Ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad, dove i manifestanti si sono riuniti l'1 e il 2 gennaio a seguito di recenti attacchi aerei statunitensi nel paese che hanno causato la morte di circa 25 persone.

Correlati:

Migliori armi della NATO per la guerra contro la Russia - Business Insider
Appaiono IMMAGINI E VIDEO dalla bomba “Ninja” segreta degli USA
Missile segreto killer che non esplode a disposizione di CIA e Pentagono
Tags:
Iraq, Qasem Soleimani, Missili
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook