20:39 04 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

A Napoli si sono verificate delle violenze nei confronti del personale medico tra le quali il lancio di un petardo contro un ambulanza e l'aggressione a una dottoressa con una bottiglia da parte di un paziente.

Ancora violenze a Napoli contro il personale medico. Questa volta sono state vittime una dottoressa che è stata aggredita da un paziente in ospedale e un medico su un ambulanza, contro la quale è stato lanciato un petardo. Gli episodi sono stati denunciati dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”.

Nel quartiere Barra lanciato un petardo contro un'ambulanza: quando la porta del veicolo è stata aperta, un dottore è stato "colpito da una forte deflagrazione causata da un fuoco d'artificio". 

"La paura è stata grande e il rischio che l'ambulanza esplodesse era reale a causa della presenza a bordo di ossigeno gassoso e benzina", scrive l'associazione. Il medico che ha subito l’aggressione verrà riportato e attualmente riporta perdita dell'udito e acufeni.

All'ospedale "San Giovanni Bosco" una dottoressa è stata aggredita con una bottiglia. Poco dopo mezzanotte, un paziente dell’ospedale, senza una ragione apparente, ha prima attaccato verbalmente il medico, poi si è gettato contro di lei colpendola in faccia con una bottiglia. Altro personale sanitario è intervenuto per bloccare il paziente che è stato successivamente denunciato. La notizia è stata resa pubblica dall'associazione Nessuno tocchi Ippocrate, che ha chiesto un aumento della sicurezza negli ospedali napoletani.

Il bilancio dei botti di capodanno

Sono 48 le persone rimaste ferite a causa dei botti nel napoletano, 22 solo nella capitale e 26 in provincia, secondo i dati della Questura. Tre delle vittime sarebbero minori . Nessuno in gravi condizioni.  Nel salernitano sono dieci le persone rimaste vittima dei fuochi, tra cui un minore, ma nessuno riporta gravi ferite.

Correlati:

Botti di Capodanno, morto un ragazzo di 26 anni ad Ascoli Piceno e 48 feriti a Napoli
Preso camorrista latitane, сarabinieri di Napoli gli fanno festeggiare pranzo di Natale in carcere
Buco nel tetto dello Stadio San Paolo di Napoli. Si gioca comunque, con mezz'ora di ritardo
Tags:
Violenza, Napoli
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook