15:46 08 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Siglata l'alleanza di governo tra i Popolari di Kurz e i Verdi di Kogler. Le centralità dell'esecutivo sarà la difesa dei confini e dell'ambiente. Previsto l'insediamento entro la prima decade di gennaio.

Dopo aver guidato un governo di destra, Sebastian Kurz, leader dei Popolari, sarà a capo di sarà a capo di una coalizione di governo con un partito di sinistra. Dalla sua vittoria sono passati tre lunghi mesi di trattative che non hanno portato alla formazione di un governo. Con l'accordo con Werner Kogler, leader degli ambientalisti, si andrà verso la formazione di un singolare governo basato su una alleanza tra conservatori e sinistra: Popolari e Verdi.

“Abbiamo raggiunto un accordo”, così il cancelliere in carica ha annunciato l'intesa. “Siamo riusciti a unire il meglio dei due mondi - ha aggiunto - proteggere il clima e i confini".

A capo del prossimo esecutivo ci sarà Sebastian Kurz, che continuerà a ricoprire l'incarico di cancelliere, mentre Kogler sarà il vicecancelliere. I verdi controlleranno quattro dei 15 ministeri e tenteranno di imprimere una svolta ambientalista al programma di governo per fare dell'Austria il Paese leader in Europa della lotta ai cambiamenti climatici. 

"E' l'eccellente risultato di negoziati non facili" ha specificato il giovane cancelliere. Soprattutto per Kogler che si ritrova con buona parte del partito in aperta opposizione alla linea anti-immigrazionista del leader austriaco.

Il compromesso è trovato solo sulla possibilità di accelerare le riforme in senso ambientalista. Ai Verdi dovrebbe infatti andare un "superministero" strategico dell'Ambiente, che avrà competenza per Trasporti, Tecnologia e Energia. Secondo le indiscrezioni della stampa agli ambientalisti andranno anche Cultura, Affari Sociali e Giustizia.

Il nuovo esecutivo dovrebbe insediarsi entro la prima decade di gennaio. Attesa per il programma di governo.

Tags:
Ambientalisti, Sebastian Kurz, Partito Popolare, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook