13:41 05 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
5360
Seguici su

I manifestanti hanno assaltato l'ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad, in risposta ai raid americani contro le milizie sciite. Durante le proteste hanno dato fuoco alle bandiere stelle e strisce. Il governo iracheno ha condannato l'azione.

Nella capitale irachena i manifestanti hanno assaltato e dato fuoco ad alcune strutture dell'ambasciata degli Stati Uniti, dopo i recenti raid aerei contro milizie sciite che sono stati effettuati domenica scorsa e che avrebbero provocato 25 vittime. Si comunica che l'ambasciatore e i dipendenti sono stati evacuati.

​Il corteo funebre

A prendere parte all'assalto contro l'ambasciata USA, sarebbero stati in migliaia. I manifestanti avevano preso parte ai funerali dei 25 miliziani sciiti, uccisi in seguito a un raid missilistico statunitense. Dopo il corteo funebre i dimostranti hanno raggiunto la sede diplomatica per protestare contro la presenza militare statunitense nel Paese, al grido di "No agli Usa", "No a Trump", "Morte all'America", agitando le bandiere delle milizie sciite. 

​Sono riusciti a superare i check point della zona verde e la sicurezza, raggiungendo i locali dell'ambasciata. Nel tentativo di respingere l'assalto le forze di sicurezza hanno usato lacrimogeni e granate stordenti, ma i manifestanti hanno avuto la meglio data la superiorità numerica. Durante i disordini alcune strutture dello stabile hanno preso fuoco. 

Il raid USA

Lo scorso venerdì la base Usa di Kirkuq era stata colpita da alcuni razzi, che avevano causato la morte di un contractor statunitense. Il Pentagono aveva ordinato un raid contro 5 strutture delle milizie filoiraniana Kataib Hezbollah al confine tra Iraq e Siria. L'attacco ha causato la morte di 25 combattenti sciiti. 

Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, aveva commentato così l'operazione:"Non staremo a guardare il fatto che l'Iran assuma azioni in grado di mettere uomini e donne americane in pericolo".

La condanna del Primo Ministro Mahdi

Adel Abdul Mahdi, primo ministro iracheno, ha ordinato ai dimostranti di allontanarsi immediatamente dall'area dell'ambasciata Usa a Baghdad. 

Ha anche condannato l'aggressione come un atto di violenza contro diplomatici stranieri, contrario alle norme internazionali, e ha assicurato che i colpevoli dovranno rispondere alla legge.

Tags:
Proteste, USA, Baghdad, Assalto all'ambasciata, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook