11:48 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
390
Seguici su

In precedenza gli USA hanno condotto degli attacchi contro Hezbollah uccidendo 4 capi delle forze paramilitari sostenute dall’Iran.

Il blocco di Al-Fatah, guidato dall'ex ministro dei trasporti iracheno Hadi al-Amiri, ha invitato il parlamento a prendere urgentemente la decisione di far ritirare tutte le forze straniere dal paese dopo gli attacchi degli Stati Uniti, secondo quanto riferito dalla coalizione.

Al-Amiri è anche il comandante del distacco di Badr, la più grande della milizia sciita, Al-Hashd al-Shaabi. In precedenza, la milizia ha riferito che 25 persone sono state uccise, e altre 51 ferite negli attacchi statunitensi in Iraq.

"Il blocco di Al-Fatah condanna fermamente questo attacco aperto alla sovranità nazionale e facciamo appello alle forze nazionali e ai blocchi politici nel consiglio dei rappresentanti (del parlamento iracheno) di prendere una decisione urgente e coraggiosa: chiedere al governo di far ritirare tutte le forze straniere dall'Iraq" dice il documento.

L’attacco a Hezbollah

Il Pentagono ha affermato in precedenza che gli Stati Uniti hanno attaccato cinque obiettivi del movimento Hezbollah in Iraq e Siria "in risposta a ripetuti attacchi alle basi irachene". Il dipartimento della difesa ha spiegato che queste azioni sono state intraprese in risposta agli attacchi dei movimenti lungo la base irachena vicino a Kirkuk, che hanno portato alla morte di un cittadino americano e al ferimento di quattro soldati statunitensi. Il Pentagono ha osservato che questi attacchi mirano a ridurre la capacità del gruppo di condurre "attacchi in futuro" contro le forze della coalizione. Gli Stati Uniti accusano l'Iran di sponsorizzare Hezbollah.

Correlati:

Iraq: continuano le proteste, la polizia apre il fuoco, cinque morti
USA attacca milizie sostenute da Iran in Iraq e Siria
Iraq, sale a 45 il bilancio dei morti nelle proteste antigovernative
Tags:
Hezbollah, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook