22:39 17 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
Chi ha causato la Seconda Guerra Mondiale? Controversia tra Russia e Polonia (33)
236
Seguici su

Il capo del governo polacco Mateusz Morawiecki è contro la tesi secondo cui il patto Molotov-Ribbentrop, firmato nel 1939 fosse un "trattato di non aggressione", sostenendo che la Germania nazista e l'Unione Sovietica siano stati i responsabili dell'avvio della Seconda Guerra Mondiale.

Parlando ad una riunione allargata del ministero della Difesa martedì scorso, Putin ha definito come "bastardo e maiale antisemita" l'ambasciatore della Polonia nella Germania nazista Józef Lipski, che nel 1938 sostenne Hitler e la sua idea di deportare gli ebrei polacchi in Africa "per farli morire ed estinguere".

Putin ha letto alcuni estratti del rapporto dell'ambasciatore polacco al suo ministro degli Esteri: "Quando ho sentito questo ... gli ho risposto (al Führer Hitler), "se lo farà, le costruiremo un magnifico monumento a Varsavia".

A sua volta Varsavia insiste sul fatto che l'Unione Sovietica abbia attaccato la Polonia nel 1939, si afferma in una dichiarazione dell'Istituto di Memoria Nazionale della Polonia.

"Il patto Molotov-Ribbentrop, firmato il 23 settembre 1939, non era un "patto di non aggressione". Era un'alleanza politica e militare che divideva l'Europa in due sfere di influenza", si afferma nella dichiarazione del premier polacco Mateusz Morawiecki.

Secondo Morawiecki, la firma del patto era "il prologo di crimini inimmaginabili che furono commessi da entrambe le parti nei successivi anni".

"L'alleanza di Hitler e Stalin venne brillantemente realizzata. Il 1° settembre 1939, la Germania di Hitler colpì la Polonia da ovest e il 17 settembre l'Unione Sovietica fece lo stesso, attaccando da est", ha affermato.

"Il ventesimo secolo ha portato al mondo sofferenze e morte inimmaginabili di centinaia di milioni di persone, uccise in nome di ideologie totalitarie. La letale puntura di nazismo, fascismo e comunismo è palese per la nostra generazione. E' inoltre ovvio chi è responsabile di questi crimini ha iniziato la Seconda Guerra Mondiale con questa alleanza", ha aggiunto.

Putin e l'accusa di nascondere i fatti della Seconda Guerra Mondiale

La verità sulla Seconda Guerra Mondiale è deliberatamente taciuta nell'Europa di oggi, cercando di scaricare la colpa per averla scatenata dai nazisti ai comunisti: viene fatto dai politici occidentali per nascondere momenti scomodi nella loro stessa storia, l'accusa di Putin.

"Ho l'impressione che non solo non vogliono sapere nell'Europa di oggi, ma che sia deliberatamente messo a tacere, cercando di spostare la colpa dai nazisti ai comunisti anche per aver scatenato la Seconda Guerra Mondiale. Sì, sappiamo chi è Stalin. Sì, gli abbiamo dato le nostre valutazioni. Ma penso che rimanga il fatto che è stata la Germania nazista ad attaccare la Polonia il 1° settembre 1939 e l'Unione Sovietica il 22 giugno 1940", ha sottolineato Putin.

Parlando dei recenti casi di demolizione dei memoriali dei soldati sovietici, il capo di Stato russo ha osservato che i soldati dell'Armata Rossa, per cui hanno eretto questi monumenti in Europa, erano persone comuni, in molti casi con parenti vittime delle repressioni staliniane.

Mosca risponde alle accuse della Polonia sulla distorsione della storia

In precedenza, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, commentando la disputa storica tra Mosca e Varsavia, ha sostenuto che ormai da anni la Polonia tenta di rovinare le relazioni bilaterali con la Russia.

"La retorica estremamente aggressiva, la demolizione dei monumenti dedicati a coloro che combatterono il fascismo, il ruolo ricoperto nell'introduzione delle sanzioni anti-russe da parte dell'UE, sono tutte dimostrazioni di questo fatto", ha dichiarato la diplomatica russa.

Tema:
Chi ha causato la Seconda Guerra Mondiale? Controversia tra Russia e Polonia (33)
Tags:
Comunismo, Nazismo, URSS, Germania, Storia, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook