03:57 31 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
220
Seguici su

Lo stato con il più alto numero di vittime risulta essere quello della California, a dispetto di una legislazione molto severa in materia di detenzione delle armi da fuoco.

Nel 2019 negli Stati Uniti d'America sono stati commessi 41 omicidi di massa, ovvero dove ad aver perso la vita sono state quattro o più persone, per quello che è, come riportato dal quotidiano USA today, il numero più alto da 50 anni a questa parte.

Stando alle statistiche chiamate in causa dal giornale, nell'anno più nero in termini di sicurezza collettiva per l'America, tra i vari numeri emerge quello delle 33 stragi che hanno visto l'impiego di armi da fuoco.

Il numero totale delle vittime di questi efferati crimini, spiega USA Today, ammonterebbe a 210 persone, e ciò che fa più rabbrividire è che i casi di cui abbiamo sentito parlare dai media sarebbero solo una minima parte di quelli che hanno poi effettivamente avuto luogo.

Restando a tempi abbastanza recenti, per trovare un numero di omicidi di massa così alto, occorre risalire all'anno 2006, quando ne furono registrati 38.

Le politiche riguardanti la libertà di detenzione delle armi da fuoco è uno dei temi che, in tempi recenti, sta maggiormente spaccando l'opinione pubblica e gli schieramenti politici americani.

Da una parte, i Repubblicano sostengono che una maggiore severità nel rilascio delle licenze non contribuirebbe a far decrescere il numero di morti ammazzati mentre i Democratici, al contrario, sono più favorevoli ad una limitazione alla vendita e alla detenzione delle armi da fuoco. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook