10:58 07 Giugno 2020
Mondo
URL abbreviato
218
Seguici su

Oggi ignoti teppisti di nuovo in azione sul monumento al maresciallo sovietico Ivan Konev a Praga: hanno messo un mazzo di salsicce sulla mano tesa insieme a dei nastri rossi al posto delle ghirlande poste il 16 dicembre per commemorare il 122° anniversario della nascita del comandante sovietico.

Lo ha riferito a Sputnik l'Ambasciata russa in Repubblica Ceca.

"Un'altra uscita vandalica sul monumento del maresciallo Ivan Konev nel quartiere 6 di Praga nel giorno del compleanno (secondo il calendario giuliano) di questo eccezionale comandante sembra particolarmente cinica e dimostra chiaramente il livello culturale di coloro che combattono contro i monumenti ai liberatori e allo stesso tempo cercano di eroizzare i complici dei nazisti", hanno fatto sapere dall'Ambasciata.

"Ancora una volta, esortiamo le autorità ceche a garantire al monumento della nostra storia comune un'adeguata protezione e a non lasciare impuniti i crimini vandalici", ha sottolineato la missione diplomatica.

​Grazie agli sforzi degli attivisti il monumento è stato rapidamente rimesso in ordine; agenti di polizia pattugliano la zona.

Quest'anno il monumento al maresciallo Konev, sotto il cui comando le truppe sovietiche hanno liberato la capitale della Cecoslovacchia dai nazisti il ​​9 maggio 1945, è stato profanato quattro volte, inoltre, durante l'ultimo mese e mezzo, i monumenti ai liberatori dell'Armata Rossa nelle città di Ostrava e Brno sono stati profanati da ignoti vandali. In tutti questi casi i monumenti sono stati imbrattati con vernice rossa.

In precedenza, il presidente ceco Milos Zeman ha dichiarato che stava pensando di annullare la sua visita programmata in occasione delle celebrazioni del 75° anniversario della vittoria sul nazifascismo durante la Grande Guerra Patriottica (Seconda Guerra Mondiale).

Tags:
Repubblica Ceca, Russofobia, URSS, Monumento, Seconda Guerra Mondiale, Storia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook