16:30 28 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
0 51
Seguici su

Il portavoce del governo dell’Est della Libia di Abdullah Al Thani, Aref Ali Nayed, che si era candidato come presidente del Paese, ha riferito che i militari turchi operano sul territorio libico da diversi mesi.

Secondo il portavoce del governo dell’Est della Libia gli accordi firmati tra il Governo di Accordo Nazionale (GNA) e la Turchia hanno come scopo la legittimazione della presenza delle truppe militari turche nel Paese.

Sabato scorso il parlamento turco ha ratificato un memorandum di cooperazione militare concluso con il governo di Tripoli.

"Queste truppe sono presenti da diversi mesi, e lì ci sono anche i droni turchi. Esperti militari, forze speciali, esperti nelle comunicazioni e cecchini turchi sono sul territorio già da diversi mesi, anche prima di questi accordi. Questi accordi ora servono soltanto per legittimare la presenza turca oppure persino per rafforzarla", ha detto il portavoce del governo Nayed

Per quanto riguarda il contigente turco, Nayed ha affermato che nella Libia operano forze speciali turche e jihadisti a cui fornisce assistenza Ankara.

Situazione in Libia

Al momento in Libia sono presenti due diversi esecutivi: il GNA di Faez al-Sarraj, sostenuto dall’ONU e dall’UE a Tripoli, ed il governo di Abdullah al-Thani, sostenuto dall’LNA, comandato dal maresciallo Khalifa Haftar.
Il 4 aprile, Haftar ha ordinato alle sue forze di lanciare un’offensiva contro la capitale per "liberarla dai terroristi".
Le unità armate fedeli al governo di Tripoli hanno annunciato l'inizio dell'operazione di risposta "Vulcano di rabbia".

Accordo Ankara-Tripoli

Lo scorso 21 dicembre la Turchia e il Governo di Accordo Nazionale guidato da Fayez al-Serraj hanno stipulato un accordo che prevede la cooperazione bellica tra le parti, nonchè la delimitazione delle acque territoriali nel Mediterraneo orientale.
In precedenza il presidente turco Tayyip Erdogan aveva annunciato la possibilità di inviare i militari turchi in Libia se il GNA si rivolge alla Turchia con una tale richiesta.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook