16:42 28 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
317
Seguici su

Il Pontefice ha diffuso un messaggio legato all'amore incondizionato e non negoziabile del Padre celeste, invitandoci a compiere per primi degli atti di bontà nei confronti del prossimo.

In una Basilica di San Pietro gremita, ieri sera, intorno alle 21:30 Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa della notte di Natale in mondovisione.

La cerimonia si è aperta con la processione d'ingresso, alla quale ha fatto seguito la deposizione della statua di Gesù Bambino davanti all'altare.

Durante l'omelia, il successore di Pietro,citando San Paolo, ha deciso di diffondere un messaggio legato all'amore non negoziabile ed incondizionato del Padre celeste:

"E' apparsa la grazia di Dio che porta salvezza a tutti gli uomini [...] Mentre qui in terra tutto pare rispondere alla logica del dare per avere, Dio arriva gratis. Il suo amore non è negoziabile: non abbiamo fatto nulla per meritarlo e non potremo mai ricompensarlo [...] Ti ama e basta. Il suo amore è incondizionato, non dipende da te [...] "Quante volte pensiamo che Dio è buono se noi siamo buoni e che ci castiga se siamo cattivi. Non è così, nei nostri peccati continua ad amarci".

Papa Francesco ha poi invitato a fare del bene agli altri, a prescindere dalla loro attitudine nei nostri confronti, esortandoci ad essere noi per primi a compiere degli atti di bontà:

"Non aspettiamo che il prossimo diventi bravo per fargli del bene, che la Chiesa sia perfetta per amarla, che gli altri ci considerino per servirli. Cominciamo noi. [...] Gesù non ha aspettato che diventassimo buoni per amarci, ma si è donato gratuitamente a noi. Anche noi, non aspettiamo che il prossimo diventi bravo per fargli del bene, che la Chiesa sia perfetta per amarla, che gli altri ci considerino per servirli. Cominciamo noi". 

Al termine della celebrazione il Papa, accompagnato da 12 bambini provenienti da tutte le parti del mondo, ha portato in processione la statua del bambinello fino al presepe della Basilica Vaticana.

Il programma del pontefice per i prossimi giorni

Quest'oggi, alle ore 12, è previsto che il Pontefice rivolga dalla loggia centrale della Basilica il tradizionale messaggio natalizio e impartire la benedizione apostolica Urbi et Orbi ai fedeli che si raccoglieranno in Piazza San Pietro e a quanti decideranno di seguire la diretta in TV o alla radio.

Il 26 dicembre, in occasione della festività di Santo Stefano, alle 12 Francesco celebrerà la preghiera dell'Angelus dal suo studio nel Palazzo apostolico; lo stesso copione, poi, è previsto per domenica 29 dicembre, in occasione della festa della Santa Famiglia di Nazareth.

Per quanto riguarda il 31 dicembre, ricorrenza della festa di San Silvestro, Francesco presiederà la celebrazione dei Vespri e della solennità di Maria Santissima Madre di Dio, alla quale faranno seguito il Te Deum e la benedizione eucaristica.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook