01:09 09 Aprile 2020
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

L'Unione europea si è espressa contro la sentenza di pena di morte emessa dal tribunale saudita nei confronti di 5 persone per l'omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

A parlare per conto dell'Unione europea è stato l'Alto rappresentante Josep Borrell, che commentando la sentenza emessa nei confronti degli assassini del giornalista Jamal Khashoggi ha dichiarato la pena di morte come disumana.

"L'Unione europea è inequivocabilmente contraria all'uso della pena capitale, sempre e senza eccezioni. Si tratta di una punizione crudele e disumana, che non riesce a essere un deterrente e rappresenta una inaccettabile negazione della dignità e dell'integrità umana", ha dichiarato Borrell

L'omicidio Khashoggi

Il giornalista saudita Jamal Khashoggi, che lavorava come editorialista per il quotidiano Washington Post American e viveva negli Stati Uniti dal 2017, dove si trovava in esilio volontario dal suo Paese natio, l'Arabia Saudita, è scomparso in Turchia il 2 ottobre 2018 dopo esser entrato nella sede del consolato generale dell'Arabia Saudita a Istanbul.

Cinque persone sono state condannate a morte e altre tre a 24 anni di prigione totali in Arabia Saudita, a darne l'annuncio è stata la procura di Riad.

 

Tags:
Josep Borrell, Unione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook