19:46 30 Marzo 2020
Mondo
URL abbreviato
205
Seguici su

Era bastato un tweet di lamentele per indurre i responsabili della compagnia low cost a sostituire l’uso della tradizionale formula ‘ladies and gentlemen’ con più moderne formuele gender e omnicomprensive. Ora però di tweet di protesta ne arrivano a centinia da parte di coloro che vorrebbero invece una pausa da tutto questo.

Chi di tweet ferisce di tweet perisce, sembrerebbe il caso di dire. E’ un po’ quanto successo ad un docente universitario trans, il Dr. (anzi, il/la Dr/Dr.ssa) Andi Fugard, il/la quale lo scroso agosto aveva postato un tweet di proteste indirizzato alla compagnia low cost britannica in cui lamentava il fatto che secondo lui/lei la tradizionale espressione di benvenuto ‘ladies and gentlemen’ (signore e signori) non facesse altro che stigmatizzare i ‘binari di genere’.

Cara EasyJet, sei in qualche tipo di competizione per vedere chi meglio riesce a rafforzare i binari di genere? ... un’organizzazione grande come la tua deve fare di meglio”.

​Era bastato questo tweet del/della professore/essa che sul suo profilo social si definisce “Disaster Queer Spinster, Them Fatale 😇, working undercover at a night school. Trans nonbinary (they/them). 💕 techno, poetry, methodology, relationship anarchy” (qualsiasi cosa tutto questo significhi) per provocare l’immediata reazione degli alti ranghi della compagnia aerea che hanno sconsigliato la formula “signore e signori” suggerendo piuttosto a capitani e assistenti di volo la oggi più congrua formula “benvenuti a tutti”, ritenuta molto più ‘inclusiva e accogliente’.

Pensavano forse in questo modo di essersi messi al riparo dalle intemperie del moderno clima ‘politically correct’ e ‘gender friendly’ ma non avevano evidentemente fatto i conti con l’altro 90% del cielo, quello legato ancora ai ‘vecchi stereotopi’ e alla visione ‘binaria’, come direbbe Fugard.

Ecco qui di seguito alcuni degli utlimi commenti trovati sullo stesso Twitter a tale proposito.

“Si prega di smetterla di inchinarsi davanti ai reclami. Non è necessario rimuovere il termine signore e signori. Come reagireste se un intero volo di passeggeri richiedesse rimborsi a causa di un ritardo di 10 minuti. Non vi conformereste”.

​“Ho sentito che lo staff della Easyjet ha bannato il rivolgersi ai passeggeri con l’espressione ‘signore e signori’. In che modo tutto ciò ci aiuta nella vita?”

​“Ladies and Gentlemen è un tradizionale saluto britannico. La nostra terminologia fa parte della nostra identità ed eredità. Scoraggiare il termine è offensivo per un gruppo molto più ampio di persone rispetto a quei pochi che potrebbero obiettare. Cesserò di servirmi da voi se voi cesserete questa tradizione, attendo conferme”.

​“Decine di milioni di persone – mi piace ‘ladies and gentlemen’, è una bella tradizione e mi ci trovo – la segnalazione di un passeggero virtuale – non mi piace ‘ladies and gentlemen’. EasyJet – oh, meglio cambiare tutto per far contenti lo 0,0005% dei clienti”.

​“Buon giorno signore e signori, ragazzi e ragazze, uomini trans e donne trans, e pan sessuali, wow, c’è bisogno di un aumento di stipendio dopo una cosa del genere”.

​N.B. Questi non erano altro che gli ultimi commenti in ordine cronologico trovati sul social Twitter nel momento della pubblicazione di questo articolo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook