07:09 23 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
10652
Seguici su

Venerdì scorso Trump ha firmato un documento che contiene delle misure che vanno a colpire le persone fisiche e giuridiche impegnate nella realizzazione del progetto Nord Stream 2.

La Russia è pronta a rispondere alle nuove sanzioni anti-russe introdotte dagli Stati Uniti d'America, ivi comprese quelle che vanno a colpire il progetto del Nord Stream 2.

A renderlo noto è il ministro degli Esteri di Mosca, Sergey Lavrov, in un'intervista alla TV pubblica:

"Alle sanzioni risponderemo, facendo attenzione a non creare però un effetto boomerang. Ma risponderemo, statene certi. Ed è sicuramente un fatto che terremo in seria considerazione per le nostre relazioni future", sono state le parole del diplomatico russo.

Le sanzioni USA sul Nord Stream 2

Nei giorni scorsi il presidente americano Donald Trump ha messo la firma su un documento che prevede l'introduzione di nuove sanzioni contro la costruzione del gasdotto Nord Stream 2, con misure che vanno a colpire le persone fisiche e giuridiche coinvolte nei lavori sul progetto, annullando i loro visti per gli Stati Uniti e congelando i loro conti bancari nel Paese.

Tale mossa è stata definita da Mosca "un perfetto esempio di competizione sleale", che ha a sua volta accusato Washington di voler semplicemente vendere in Europa il proprio gas.

Il no della Germania

La Germania ha però deciso di fare muro contro le nuove misure anti-russe degli USA, adducendo il fatto che, accettandole, il governo tedesco avrebbe accettato "un'interferenza negli affari interni del Paese".

Nelle scorse ore, l'ambasciatore americano a Berlino ha commentato tale scelta da parte dell'esecutivo di Angela Merkel, definendo le sanzioni "una decisione pro-europea".

Il Nord Stream 2

Il progetto del Nord Stream 2, realizzato in joint venture da Gazprom e altre cinque grandi aziende europee, dovrebbe essere completato nel 2020 e garantirà oltre 50 miliardi di metri cubi di gas all'anno per i Paesi dell'Europa centrale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook