14:10 09 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
515
Seguici su

Un cittadino dell'Iowa ha rubato la bandiera arcobaleno da una chiesa e l'ha bruciata fuori da uno strip club locale. Questo è bastato per condannarlo a sedici anni con l'accusa di reato di odio.

Adolfo Martinez, 30 anni, è stato dichiarato colpevole di un crimine d'odio, molestie di terzo grado e uso sconsiderato del fuoco e per furto. È stato arrestato dopo che alla polizia ha dichiarato di aver rubato una bandiera gay appesa alla Chiesa di Cristo unita di Ames l'11 giugno in Iowa.

Martinez in seguito ha bruciato la bandiera rubata cospargendola di liquido per accendino fuori dallo stripclub Dagerous Curves Gentleman's Club, dal quale nella stessa giornata era stato cacciato. Aveva anche minacciato di bruciare il club.

Martinez ha ammesso di aver bruciato la bandiera ed è stato dichiarato colpevole il mese sc​orso. È stato condannato mercoledì a 16 anni dietro le sbarre. La dura sentenza è dovuta principalmente all'accusa di reato di odio, che è un crimine di classe D.

Il procuratore della Story County Jessica Reynolds ha affermato che l'accusa di crimine d'odio deriva dal fatto che le autorità credono che Martinez abbia bruciato la bandiera a causa di "ciò che rappresenta per quanto riguarda l'orientamento sessuale".

La dura sentenza ha elevato la storia del crimine locale alla ribalta internazionale e ha suscitato grande scalpore sui social media.

Sono molti gli utenti scioccati dalla gravità della condanna e in molti si sono chiesti perché gli Antifa che bruciano le bandiere statunitensi in strada non vengano condannati.

Martinez aveva precedentemente ammesso nei media dopo essere stato arrestato di "opporsi all'omosessualità" ed era "colpevole come accusato".
"Ho bruciato il loro orgoglio, chiaro e semplice", ha detto. La citazione è stata successivamente utilizzata contro di lui dai pubblici ministeri. Reynolds ha detto che Martinez è la prima persona nella storia della contea ad essere stata condannata per un crimine d'odio.

Ironia della sorte, se Martinez avesse scelto di rubare e bruciare la bandiera americana, sarebbe stato trattato molto meno duramente. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito nel 1989 che bruciare l'Old Glory (il nome della bandiera americana) è un atto protetto ai sensi del Primo Emendamento.

Da allora i tentativi del Congresso di mettere fuorilegge la profanazione della bandiera non hanno portato a nulla. Tuttavia, il presidente Donald Trump ha espresso il proprio sostegno alla messa al bando del rogo della bandiera recentemente di questa estate.

Correlati:

Star Wars: L'ascesa di Skywalker, ci sarà un personaggio gay nell'atto conclusivo della saga?
Toilette 'discriminatoria' per i gay al lido, è polemica nel Cilento
Chiesa svedese svela pala d’altare raffigurante un paradiso con coppie gay e serpenti transgender
Tags:
Gay pride, gay, odio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook