04:51 21 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Donald Trump chiama il Ceo della Boeing Dennis Muilenburg per assicurarsi delle situazione che sta colpendo l'azienda, a seguito dello stop produttivo del 737 MAX.

Il presidente degli Stati Uniti d’America avrebbe chiamato il Ceo della Boeing Dennis Muilenburg domenica scorsa per informarsi delle attività di produzione dell’aereo di linea 737 MAX. Lo confermerebbero due persone informate sui fatti e citate da Reuters.

Una breve telefonata in cui Muilenburg avrebbe informato Trump che lo stop è solo temporaneo e che l’azienda non avrebbe licenziato nessuno dei suoi dipendenti.

Il fermo alla produzione inizierà a gennaio, come stabilito dal consiglio di amministrazione. Boeing e Casa Bianca si sono rifiutati di commentare la telefonata riportata inizialmente solo dal New York Times.

Taglio del rating Boeing

A causa della difficile situazione che Boeing sta attraversando, l’agenzia di rating S&P, giovedì ha ridotto il rating da A ad A- ed ha ridotto il rating di breve periodo da A-1 ad A-2. Una revisione del rating dovuto appunto all’incertezza sul 737 MAX e il suo ritorno in servizio, le criticità sulle richieste di velivoli che si sono arrestate e l’impatto di lungo periodo sulla posizione di Boeing sullo scenario internazionale.

Le autorità di volo degli Stati Uniti sono in attesa che la Boeing risponda alle domande aperte sulla sicurezza in volo del 737 MAX, dopo che a marzo 2019 è stato bloccato a terra a causa dei due disastri aerei precedenti che hanno ucciso 346 persone tra passeggeri e personale di bordo.

La FAA è quindi in attesa di avere tutta la documentazione completa, prima di poter emettere un nuovo verdetto sul Boeing 737 MAX.

Correlati:

Ingegnere Boeing: “la mia famiglia non volerà su un 737 Max”
La United Airlines terrà ancora a terra i Boeing 737 MAX fino a metà dicembre
Un'altra causa contro Boeing per il travagliato 737 Max
Tags:
Sicurezza aerei Boeing 737, Sicurezza del Boeing 737, boeing 737
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook