02:12 27 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
2120
Seguici su

Gli Stati Uniti hanno esortato la Germania ed altri paesi europei a escludere Huawei dalle commesse per la realizzazione d'infrastrutture per il 5G

I media locali in Germania hanno riferito che l'ambasciatore cinese a Berlino ha promesso ritorsioni se Berlino decidesse di escludere Huawei dalle commesse per il 5G, dicendo che il governo cinese non starà a guardare.

Dunque se Berlino prenderà ulteriori provvedimenti per vietare Huawei per scopi politici, Pechino adotterà contromisure simili per frenare le società tedesche in Cina. Tutto questo avverrebbe in un momento nel quale la Cina è diventata il principale partner commerciale della Germania e una delle destinazioni d'investimento preferite delle aziende tedesche.

La Merkel è contraria

Mentre la Germania rimanda la decisione di Huawei fino al 2020, la cancelliera Angela Merkel ha espresso fermamente di non voler escludere nessuna società dalle commesse del 5G e ha dichiarato di non essere a conoscenza delle pressioni politiche di Pechino sulla questione.

L'ultima dichiarazione della Merkel ha inviato un messaggio chiaro: non cederà alla crescente pressione tra le incertezze politiche dopo che una nuova leadership di sinistra è stata eletta per guidare i suoi soci più giovani della coalizione dei socialdemocratici (SPD), mettendo in dubbio il futuro del governo della Merkel. SPD vorrebbe escludere Huawei dalle commesse, cosa che potrebbe creare conflitti nella coalizione tedesca. La Merkel ha adottato un approccio pratico sulle questioni di Huawei nell'ultimo anno, ignorando le insistenze degli Stati Uniti.

La Merkel, considerata la Iron Lady europea, ha sempre trovato soluzioni pratiche nella gestione delle relazioni estere e non vuole perdere gli importanti legami Cina-Germania, che potrebbero essere facilmente danneggiati se Berlino decidesse di usare Huawei come una pedina politica.

Non più una questione “tecnologica” 

Il dibattito su Huawei non riguarda più una questione di sicurezza riguardante la prossima generazione di tecnologie wireless. Si tratta di politica.

In precedenza i funzionari statunitensi hanno fatto pressioni in giro per l'Europa, esortando i paesi dell'UE a escludere Huawei per aver la presenza di backdoor nei suoi dispositivi in grado di divulgare informazioni e dati al governo cinese. Tuttavia non hanno mai fornito prove concrete per mostrare le impostazioni predefinite significative esistenti nelle apparecchiature Huawei. Per rispondere ai problemi di sicurezza, Huawei ha aperto un centro di valutazione della sicurezza informatica a Bonn e a Bruxelles, invitando istituzioni di terze parti a condurre test e non è stato segnalato alcun caso di backdoor di rete o dati trapelati, secondo i rapporti aperti.

Quando i principali operatori di telecomunicazioni in Germania hanno avvertito che escludere Huawei dal mercato locale causerebbe ritardi nell'introduzione del 5G, alcuni politici hanno ignorato palesemente i fatti dal punto di vista tecnologico, insistendo sul fatto che i fornitori di paesi in cui "l'influenza dello stato senza supervisione costituzionale, manipolazione o spionaggio non possono essere esclusi sono categoricamente esclusi dalla rete.

Correlati:

Huawei lancerà un rivale di Google Maps entro ottobre
Huawei rivela nuovo super processore capace di surclassare hardware occidentali
Huawei in trattative per acquistare dritti su sistema operativo russo Aurora
Tags:
Cina, Rete 5G, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook