02:58 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1134
Seguici su

L'ex leader sovietico è preoccupato dagli scenari apocalittici a cui si andrebbe incontro qualora si scatenasse una nuova corsa alle armi.

In un'intervista al quotidiano giapponese Asahi, l'ex presidente dell'Unione Sovietica Mikhail Gorbaciov ha accusato gli Stati Uniti di stare cercando di accaparrarsi la supremazia militare assoluta.

"Dietro alla decisione degli Stati Uniti di ritirarsi dal trattato INF è la loro volontà di liberarsi da ogni impegno internazionale sull'utilizzo degli armamenti e di ottenere una supremazia militare assoluta", ha dichiarato Gorbaciov

Il politico, che ha ricoperto un ruolo chiave per porre un termine alla Guerra fredda, raggiungendo degli storici accordi con gli USA sul disarmo nucleare, ritiene un tale obiettivo pericoloso ed irraggiungibile.

"E' uno scopo illusorio, una una speranza irrealizzabile. L'egemonia di un solo Paese non è possibile nel mondo moderno. Ciò porterebbe ad una destabilizzazione dello scenario geopolitico internazionale, ad una nuova corsa agli armamenti e all'imprevedibilità della politica internazionale", ha spiegato l'88enne ex segretario del Partito comunista sovietico.

E' a rischio la sicurezza di tutti

"La cosa principale è di agire in modo da evitare che il mondo vada verso la corsa alle armi, al confronto e all'ostilità" -  ha detto Gorbaciov che poi, in maniera molto emozionale ha aggiunto - "Dobbiamo smetterla di pensare ai sogni irrealizzabili e pensare alla politica reale. Non abbiamo bisogno di un apocalisse, ma di pace!"

L'ex leader sovietico ha avvertito la pace è un obiettivo "alla nostra portata" spiegando che la sicurezza di tutti i Paesi "e anche degli USA" è a rischio.

"Abbiamo promesso che ci saremmo sbarazzati degli armamenti nucleari. Ed è un qualcosa per cui continuo a pregare", ha detto Gorbaciov in merito allo stato dell'arte sui trattati sulla non proliferazione delle armi di distruzione di massa.

Il politico 88enne ha espresso preoccupazione perché dei tre pilastri della stabilità strategica internazionale, ABMT, INF e START, è rimasto solo quest'ultimo, ma anche la sua sorte è però poco chiara.

I trattati di non proliferazione delle armi distruttive

Il trattato INF, siglato da Stati Uniti e URSS nel 1987, è ufficialmente terminato il 2 agosto 2019, dopo che gli USA avevano formalmente sospeso di adempiere agli obblighi da esso previsti sei mesi prima.

Per quanto riguarda il trattato NEW START, la sua scadenza è fissata per il febbraio 2021, ma la sua estensione è in dubbio in virtù della titubanza americana in materia.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook