09:00 29 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
141
Seguici su

L'antico manoscritto biblico, rinvenuto nella provincia turca di Bursa, è scritto in lingua aramaica su dei fogli di papiro.

Una bibbia scritta a mano databile ad oltre un millennio fa è stata rinvenuta nella Turchia nord-occidentale durante un'operazione anti-contrabbando delle forze dell'ordine di Ankara.

A riportarlo è il quotidiano turco Daily Sabah. Il manoscritto, iscritto su dei fogli di papiro, sembrerebbe essere stato redatto in aramaico antico.

La polizia turca, giunta sul luogo dopo una segnalazione circa un'asta di contrabbando che si stava per tenere in un appartamento situato nella città di Osmaniye, è intervenuta arrestando quattro sospetti, tra i quali figurano anche due potenziali compratori.

Ogni anno un gran numero di operazioni del genere vengono condotte in tutta la Turchia per impedire la vendita illegale di oggetti di valore storico. Proprio quest'anno, infatti, altri manoscritti biblici erano stati recuperati nella stessa provincia dove stavano per essere venduti per una cifra superiore agli 1,5 milioni di euro.

La questione degli scavi illegali

Gli scavi illegali, effettuati tanto da stranieri quanto da locali, sono uno dei maggiori problemi del Paese da oltre un secolo, con alcuni ritrovamenti fatti in Turchia che sono stati trasferiti in alcuni dei più famosi musei di tutto il mondo.

Basti pensare, a titolo di esempio, alla famosa "Ragazza di gesso", il mosaico oggi custodito all'interno del Bowling Green State University (BGSU), decine di anni dopo che era stato trafugato dalla città di Gaziantep.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik