14:23 09 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
271
Seguici su

L'astrofisico russo Gennady Bisnovatyi-Kogan, capo ricercatore dell'Istituto di ricerca spaziale RAS, ha compiuto progressi significativi nei testa del modello "Pancakes di Zeldovich", che descrive la formazione dell'Universo.

Secondo quanto riferito dagli scienziati, il passo compiuto nella cosmologia potrebbe essere fondamentale. I dati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Astronomy Reports.

La nascita dell’Universo è uno dei problemi scientifici più importanti. Sebbene l’Universo sia oggi eterogeneo, alla nascita, secondo la scienza, consisteva di solo plasma completamente omogeneo. Il Big Bang ha avviato un’espansione del plasma che si è raffreddato gradualmente, portando alla formazione di galassie e ammassi di galassie, stelle e pianeti che oggi possiamo osservare.

Uno dei più autorevoli modelli che spiegano l’origine dell’instabilità e l’emergere dei primi oggetti stazionari su larga scala, è stato proposto dal famoso fisico sovietico Yakov Zeldovich.

Il modello si basa sull’ipotesi del collasso originario di grandi masse: inimmaginabili nuvole di gas grandi quanto ammassi di galassie, che hanno portato alla formazione dei “Pancakes di Zeldovich”. La loro forma è dovuta al fatto che quando una forma, diversa da quella a sfera, si forma, il suo lato più piccolo si restringe velocemente, formando quindi un “pancake”.

“Abbiamo ottenuto una soluzione di massima per la forma dello spettro di sfondo del relitto dopo che il plasma si è disperso e si restringe rapidamente in uno strato piatto a causa dell’auto-gravità”, ha spiegato Gennady Bisnovatyi-Kogan.

Lo sfondo del relitto è la radiazione lasciata dopo il raffreddamento del plasma primario, il quale riempie tutto l’Universo. Secondo gli astrofisici, serve come uno schermo che, a causa dei cambiamenti nello spettro, consente di registrare eventi del periodo di formazione dell’Universo. È l’interazione della radiazione di relitto con la sostanza ionizzata a contrazione rapida del “pancake”, che porta a tali distorsioni.

“Passando attraverso la regione di compressione, la radiazione di fondo ha una forma leggermente diversa rispetto ad altre possibili distorsioni. Se i miei calcoli saranno confermati osservando le fluttuazioni di fondo, ciò confermerà il modello di Zeldovich”, ha detto Gennady Bisnovatyi-Kogan.

In futuro, gli scienziati vogliono simulare numericamente gli spettri formatisi durante la fase dei “pancake”. Ciò contribuirà a chiarire la forma degli spettri calcolati. Un aumento della sensibilità dell’apparecchiatura è necessaria per cercare la forma di deviazione dallo spettro di Planck nelle regioni locali del cielo, che è estremamente importante per studiare ulteriormente lo sfondo del relitto primordiale e determinare il modello per la formazione della struttura dell’Universo su larga scala.

Correlati:

Galassie cannibali e altre galassie insolite nell’universo
L’Universo potrebbe essere ‘chiuso’. La nuova ipotesi potrebbe rivoluzionare la fisica
Finito o infinito? E se invece fosse un loop? Nuovo studio sulla natura dell’Universo
Tags:
Universo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook