13:28 28 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
4453
Seguici su

La rivista americana Forbes ha sostenuto che il più moderno sottomarino russo B-274 "Petropavlovsk-Kamchatsky" non assomiglia a nessun altro mezzo subacqueo della Marina militare statunitense.

Secondo l'autore dell'articolo, la principale differenza del sottomarino sta nel propulsore ibrido elettrico e diesel, che include batterie di piombo rinforzate e un generatore diesel per ricaricarle.

Nell'articolo si osserva che la Marina degli Stati Uniti ha inserito nella sua flotta un modello di sottomarino non nucleare negli anni '50 per l'ultima volta.

Tra i punti di forza del sottomarino non nucleare russo, la rivista ha individuato le dimensioni compatte e costi di manutenzione dell'equipaggio relativamente bassi.

Inoltre questo modello di sottomarino può disattivare la maggior parte dei suoi sistemi, rendendolo di fatto quasi invisibile al nemico.

Il B-274 "Petropavlovsk-Kamchatsky" è un sottomarino diesel-elettrico russo del progetto 636.3 "Varshavyanka". È entrato a far parte della flotta del Pacifico della Marina militare russa lo scorso 25 novembre.

I sottomarini non nucleari russi invisibili alla Nato

I sottomarini russi diesel-elettrici hanno delle capacità stealth superiori a quelle dei sottomarini nucleari, aveva in precedenza dichiarato l'ex comandante della Marina russa Igor Kurdin.

I sottomarini diesel-elettrico possono raggiungere la massima profondità consentita e rendersi del tutto irrintracciabile spegnendo tutta la strumentazione, i meccanismi non vitali e persino i motori diesel potendo restare (scorte permettendo) diversi giorni in questa posizione. 

Questo regime “silenzioso” prevede persino che i marinai limitino al minimo i passaggi tra un settore e l’altro dell’imbarcazione e che parlino a bassa voce.

I sottomarini a propulsione nucleare invece non possono farlo: un reattore nucleare non può essere lasciato in funzione con i sistemi ausiliari spenti.

I sottomarini diesel elettrici classe Varshavyanka

I sottomarini di classe 636 "Varshavyanka", soprannominati dalla NATO “buco nero” per le loro capacità stealth, appartengono alla terza generazione di questa tipologia di sommergibili. Hanno un dislocamento 395 000 tonnellate, una velocità di crociera subacquea di 20 nodi fino a una profondità massima di 300 metri e un equipaggio di 52 persone. 

Il sottomarino è armato con siluri da 533 millimetri (sei sistemi di lancio), mine e il sistema lanciamissili "Kalibr". Possono acquisire i bersagli a una distanza di tre quattro volte superiore a quella in cui i mezzi nemici riescono attualmente.

© Sputnik . Aleksey Danicev
Sottomarino B-274 "Petropavlovsk-Kamchatsky"
Tags:
Forbes, marina USA, USA, Russia, Difesa, Sicurezza, Sottomarino, marina russa
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook