05:19 23 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
181
Seguici su

La Germania ha dichiarato giovedì di aver respinto "le interferenze straniere e ... sanzioni extraterritoriali" dopo che il Comitato per le relazioni estere del Senato degli Stati Uniti ha approvato una proposta di legge contro il gasdotto russo Nord Stream-2 in Germania.

"Le decisioni sulla politica energetica europea vengono prese in Europa", ha commentato il ministro degli Esteri Heiko Maas in merito alle possibili sanzioni statunitensi contro il Nord Stream-2. Il disegno di legge prevede l'imposizione delle sanzioni dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

"Respingiamo le interferenze straniere e, in linea di principio, le sanzioni extraterritoriali", ha aggiunto Maas su Twitter.

​Il progetto di legge USA

In precedenza la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha votato a sostegno del bilancio della difesa per il 2020, all’interno del quale sono state inserite sanzioni contro il Nord Stream-2 e Turkish Stream

Il nuovo bilancio per la difesa, tra le altre cose, prevede fondi per "contrastare la Russia" in vari settori e per aiutare l'Ucraina. Il documento prevede anche di "proteggere la sicurezza energetica europea imponendo sanzioni ai gasdotti russi".

Ora il voto sul bilancio dovrebbe tenersi al Senato. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha già dichiarato di essere pronto a firmare immediatamente questo documento dopo l'approvazione del Congresso.

Il gasdotto Nord Stream-2

Il progetto Nord Stream-2 prevede la posa di due linee di gasdotto con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla costa russa attraverso il Mar Baltico alla Germania. Il suo valore è di 9,5 miliardi di euro.

Alla fine di ottobre, la Danimarca ha rilasciato un permesso per la posa di un gasdotto sulla piattaforma continentale danese a sud-est di Bornholm nel Mar Baltico. In precedenza, il progetto era stato concordato con Germania, Svezia e Finlandia.

Il progetto è supportato dalla Germania e dall'Austria, interessate a forniture affidabili di gas, nonché dalla Norvegia, il cui governo detiene il 30 percento delle quote di Kvaerner, uno degli imprenditori edili.

Alla costruzione del gasdotto si oppongono Polonia, Lettonia, Lituania e l'Ucraina che non vuole perdere le entrate provenienti dal transito del gas russo. Gli Stati Uniti stanno inoltre ostacolando il Nord Stream-2, in quanto vorrebbero diventare un importante fornitore di gas naturale liquefatto in Europa. Secondo i critici, Nord Stream-2 è un progetto politico.

Allo stesso tempo, le autorità russe hanno ripetutamente affermato che il progetto è esclusivamente commerciale e che ha come obiettivo l'incremento della sicurezza energetica dell'Europa.

Correlati:

Congresso USA vuole bloccare il Nord Stream 2 attraverso la spesa militare
Nord Stream-2, Senato USA vuole rallentare la messa in funzione del gasdotto
Camera dei Rappresentanti USA approva sanzioni contro gasdotto russo Nord Stream 2
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik