02:11 01 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
129
Seguici su

La Corte d’assise di Catania ha condannato a 13 anni di reclusione il gioielliere di Nicolosi che aveva aperto il fuoco contro due rapinatori in fuga. Dovrà anche risarcire le famiglie dei due banditi.

Il gioielliere di Nicolosi, Guido Gianni, di 57 anni, è stato condannato a 13 anni per l’omicidio dei due rapinatori che il 18 febbraio del 2008 minacciarono sua moglie e tentarono di rapinare la sua gioielleria. 

Il giudice aveva chiesto la condanna a 17 anni e i difensori l’assoluzione per legittima difesa. Invece i giudici lo hanno condannato a 13 anni e a risarcire le famiglie dei due rapinatori uccisi, Davide Laudani e Sebastiano Catania, e del ferito, Fabio Pappalardo.

Secondo l’accusa Gianni, dopo aver ingaggiato una colluttazione con i banditi gli avrebbe feriti, e successivamente gli avrebbe ucciso sparandogli alle spalle mentre fuggivano.

Gli avvocati di Gianni hanno sostenuto sempre la tesi della legittima difesa in quanto la mente del gioielliere in quel momento era offuscata dall’aggressione subita dalla moglie (i rapinatori avevano puntato una pistola giocattolo, priva di tappo rosso di riconoscimento, contro la moglie).

La dinamica dell’aggressione

I rapinatori sono entrati nella gioielleria intimando la moglie di Gianni a dare soldi e gioielli e minacciando la signora con una pistola, ritrovata e risultata giocattolo, ma perfettamente simile a una vera e priva del tappo rosso d’identificazione.

Il marito della donna a quel punto, è intervenuto dal retrobottega con una pistola 9x21, detenuta regolarmente e già in precedenza usata come “dissuasore” per sventare un altra rapina. Il gioielliera ha inizialmente sparato dei colpi in aria cercando d'intimidire i malviventi. Tuttavia questi hanno prima aggredito la moglie dell’uomo minacciandola e picchiandola e successivamente hanno attacco Gianni che nel frattempo è uscito dal retrobottega.

A quel punto l’uomo, minacciato e con l’arma puntatagli contro, ha sparato durante la colluttazione e secondo la ricostruzione dei periti il gioielliere avrebbe colpito mortalmente i tre banditi, uccidendone due, mentre si davano alla fuga.

Correlati:

Strage di Corinaldo, arrestata banda di rapinatori armati di spray
Milano, estorsioni e rapine: sgominata baby-gang, presi 9 minori
La 'Signora Lupin': 60enne arrestata per tentata rapina a Varese
Tags:
sparatoria, Omicidio, Catania
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook