14:29 24 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
5132
Seguici su

Otto persone sono rimaste ferite in un incendio sull’incrociatore portaerei Admiral Kuznetsov ormeggiato a Murmansk, ha riferito a Sputnik un portavoce dei servizi di emergenza.

L’incrociatore portaerei Admiral Kuznetsov, ormeggiato nel porto di Murmansk per delle riparazioni, ha preso fuoco portando al ferimento di otto persone, di cui sei sono state ricoverate in rianimazione.

La maggior parte sono rimaste avvelenate dai prodotti della combustione. Uno ha ricevuto un trauma cranico: si tratta di un dipendente del 35° Cantiere Navale. Anche i membri dell'equipaggio erano a bordo.

Secondo i dati, l'incendio è scoppiato intorno alle 08:16 (ora di Roma) nel primo compartimento energetico durante una saldatura. L'area coperta dalle fiamme fuoco ha raggiunto già i 120 metri quadrati. I servizi di emergenza stanno cercando di contenere le fiamme.

La riparazione dell'Admiral Kuznetsov

Da settembre 2018, l'unica portaerei russa è stata mandata presso il pontile galleggiante PD-50 presso l'82° impianto nel villaggio di Roslyakovo (Murmansk) per delle riparazioni. Alla fine di ottobre dell'anno scorso, si è verificato un guasto nella fornitura di elettricità, portando a un allagamento dei serbatoi del PD-50 e il bacino è finito improvvisamente sott'acqua.

Inoltre, una gru è caduta danneggiando parte del ponte della portaerei, lasciando un buco di quattro metri per cinque. Lo scafo per fortuna non è stato danneggiato.

La Admiral Kuznetsov è stato mandata al 35° cantiere navale vicino a Murmansk. Si prevedeva di sostituire e riparare gli elementi del principale generatore elettrico a bordo della nave, di modernizzare il sistema di energia elettrica, le armi elettroniche e i sistemi di difesa aerea, d'installare e modernizzare "i sistemi per il funzionamento degli aeromobili". Il costo delle riparazioni e degli aggiornamenti sono stimati a quasi un milione di euro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik