08:25 24 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 110
Seguici su

Il direttore della filiale del Wwf della regione dell'Amur Petr Osipov ha raccontato come gli abitanti delle regioni di confine della Cina si sono rivolti nei confronti della "tigre presidenziale" Ustin, che a volte attaccava il loro bestiame.

Secondo Osipov, nell'ambito del programma di cooperazione ecologica nel nord-est asiatico "NEASPEK", sono iniziate le procedure preliminari per preparare la documentazione necessaria per creare una riserva internazionale nei monti Xiao Hinggan. Questo territorio è considerato un corridoio di prospettiva per unire le popolazioni di tigri cinesi e russe.

In questa zona, le tigri russe sono entrate nel territorio cinese più di una volta, ha spiegato Osipov.

"La più famosa è la tigre presidenziale, che ha girovagato molto in Cina ed "ha avuto modo di intrattenere" gli allevatori locali cibandosi dei loro cani e animali domestici. Per la prima volta c'è stata una reazione interessante: i cinesi non solo non ha cercato di rimandare la tigre nella sua terra d'origine, ma si sono prodigati a dargli da mangiare: non è solo una tigre, ma una tigre che ha liberato il presidente della Russia. Questa attenzione dei funzionari di massimo livello ha un effetto molto positivo sulla sorte dei nostri animali", ha detto.

Nel 2013 cinque cuccioli in condizioni critiche erano stati catturati nella taiga dell'Estremo Oriente. Sono stati chiamati Ustin, Kuzya, Borya, Svetlaya e Ilona. Successivamente sono stati rimessi in libertà, con la partecipazione del presidente Vladimir Putin. Indossano dei collari speciali, che consentono di tracciare i loro movimenti via satellite.

Il cucciolo di tigre siberiana.
© AFP 2019 / CHRISTIAN CHARISIUS

In questo modo si è saputo che le tigri Kuzya e Ustin hanno lasciato la Russia per la Cina, ma poco dopo sono ritornate.

Durante gli spostamenti, Ustin ha attraversato l'Amur, è stata nell'isola Bolshoi Ussuriysky, a Khabarovsk e in Cina, dove ha fatto danni agli allevatori e contadini locali attaccando capre e cani. In seguito Ustin è stato catturato vicino a Khabarovsk. Ora vive in uno zoo di Rostov sul Don.

La tigre dell'Amur è uno dei predatori più rari del pianeta e fa parte del Libro rosso internazionale, come specie ad alto rischio di estinzione. Secondo gli esperti, nell'autunno del 2019, la popolazione totale di tigri in Russia è stimata in 580-600 esemplari. Il prossimo conteggio dei predatori felini è previsto per l'inverno del 2021/2022.

Tags:
Animali, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik