09:20 26 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
609
Seguici su

La famiglia di Robert Levinson, un ex agente dell'FBI diventato consulente della Cia scomparso in Iran 13 anni fa, ha chiesto ad un tribunale americano un risarcimento di 1,5 miliardi di dollari dall'Iran.

Teheran ha recentemente affermato di aver aperto un fascicolo per la scomparsa di Levinson, tuttavia la sua famiglia crede l'uomo si trovi in una prigione iraniana.

Levinson una volta lavorava per l'Fbi, ma dopo essere andato in congedo, ha iniziato a collaborare come consulente per la Cia. Durante una missione mal programmata nel marzo 2007 verso la località iraniana di Kish, un'isola nel Golfo Persico, Levinson è scomparso, da allora non si sono più avute notizie su dove si trovasse.

La famiglia di Levinson è stata scoraggiata dal fare una causa contro la Cia per chiedere un risarcimento di 2,5 milioni di dollari per evitare che venissero alla luce informazioni sensibili sull'operatività dell'agenzia di intelligence, tuttavia la famiglia ha fatto causa contro il governo iraniano, chiedendo al giudice federale di Washington 150 milioni di dollari di risarcimento danni e 1,35 miliardi di dollari di danni punitivi in qualità di deterrente contro eventuali altri sequestri di persona.

I sette figli di Levinson e sua moglie Christine dovrebbero testimoniare questa settimana. Molti hanno letto le e-mail prima della scomparsa di Robert, nei giorni immediatamente precedenti alla sua partenza per Kish, ed hanno testimoniato sui loro disturbi psicologici a seguito della scomparsa del padre.

"Questa è una tragedia americana, questa è una tragedia senza fine", ha detto David McGee, consulente legale della famiglia, al giudice Timothy Kelly.

"È difficile immaginare il dolore che hanno provato."

Levinson, che ora avrebbe 71 anni, era ritenuto morto dall'amministrazione Obama. Tuttavia il presidente Donald Trump ha riaperto l'ipotesi che Levinson sia vivo e venga nascosto in una prigione iraniana, offrendo una ricompensa di 25 milioni di dollari per informazioni utili che portino al suo ritorno in patria.

Tags:
Servizi segreti USA, CIA, FBI, Giustizia, Società, Iran, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik