15:04 24 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
2426
Seguici su

L'influente giornale tedesco Die Welt ha condiviso le preoccupazioni per il futuro della Nato, indicando la Cina, non la Russia, come il principale avversario dell'Alleanza Atlantica.

L'autore dell'articolo osserva che nel blocco politico-militare occidentale non c'è unanimità di giudizio sul ruolo della Cina.

Mentre gli Stati Uniti considerano il Paese asiatico come un nemico, Germania e Francia non condividono questa posizione, considerando solo le possibilità che la Cina offre come potenza commerciale.

Secondo quanto scritto nell'articolo di Die Welt, Germania e Francia sottovalutano il pericolo rappresentato da Pechino, che vuole "acquistare" l'influenza politica in Europa investendo nell'economia europea. La Cina sta lavorando con successo per diffondere la sua influenza sugli oceani del mondo. In futuro Pechino potrebbe ottenere così il controllo delle rotte marittime internazionali.

L'articolo sottolinea la forza militare della Cina, il cui esercito è così ben armato che il ruolo degli Stati Uniti come forza garante della sicurezza di Paesi come Australia, Corea del Sud e Giappone è sempre più messo in dubbio.

L'autore conclude che tutto ciò potrebbe avere ripercussioni drammatiche per la sicurezza e il benessere dell'Europa.

La Nato accusa, da Russia "azioni aggressive"

La Nato continuerà ad adottare misure in risposta al dispiegamento di nuovi missili a medio raggio da parte della Russia. I leader dei Paesi della Nato, durante il summit londinese, hanno sottolineato che continuano a considerare le "azioni aggressive" della Russia una minaccia, tuttavia non chiudendo allo stesso tempo il dialogo "da una posizione di forza" con Mosca. 

Cremlino: Nato ambigua

In precedenza il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov aveva affermato che la Nato persegue principalmente una politica espansionista e di contenimento nei confronti della Federazione Russa, nonostante le dichiarazioni sulla necessità di costruire relazioni con Mosca.

Putin: l’espansione della NATO è una minaccia alla sicurezza della Russia

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l’avvicinamento della NATO ai confini della Federazione Russa costituisce una minaccia per la sicurezza nazionale. Allo stesso tempo il capo di Stato russo ha ricordato come Mosca abbia più volte espresso la volontà di cooperare con la NATO, mostrandosi pronta "a contrastare congiuntamente le minacce reali, inclusi il terrorismo internazionale, i conflitti armati locali e il pericolo della proliferazione incontrollata di armi di distruzione di massa".

Tags:
Difesa, Sicurezza, Geopolitica, USA, Occidente, NATO, Russia, Cina, Die Welt
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik