23:51 07 Dicembre 2019
L'Apple iPhone X

L'iPhone 11 Pro può raccogliere dati di geolocalizzazione senza il consenso dell'utente

© AP Photo / Charles Rex Arbogast
Mondo
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Il nuovo iPhone 11 Pro includerebbe un modulo GPS che traccia la posizione del dispositivo anche quando questo è contrario alle impostazioni dell'utente. Lo ha annunciato il giornalista Brian Krebs, specializzato in sicurezza informatica.

Il video caricato su YouTube e che qui sotto riportiamo, viene mostrato come l’iPhone 11 Pro con iOS 13.2.3 raccolga i dati di geolocalizzazione per alcune applicazioni e servizi di sistema, sebbene venga scelta l’opzione "Mai" nelle impostazioni di trasferimento dei dati. Su iPhone 8 questa condizione non si verificava e pare quindi che i vecchi modelli fossero più sicuri da questo punto di vista, secondo l’autore della recensione.

La politica sulla privacy della Apple, prevede che i servizi di geolocalizzazione "utilizzino GPS, Bluetooth, nonché un hotspot Wi-Fi crowdsourcing e i dati sulla posizione delle torri cellulari" per determinare la geolocalizzazione del dispositivo.

Dovrebbe essere sempre possibile disabilitare il trasferimento dei dati nelle impostazioni, ma, come ha scoperto Krebs, il sistema fa un'eccezione per alcuni programmi. Il giornalista specializzato in sistemi informatici suggerisce che con ogni probabilità anche l'iPhone 11 potrebbe avere un problema simile, pur nel caso di quel modello non fornendo ancora prove oggettive.

Per disabilitare la trasmissione dei dati di geolocalizzazione, in iOS devi andare su Impostazioni> Privacy> Servizi di geolocalizzazione ma la stessa cosa non può essere fatto con questi ultimi modelli di iPhone. Per quanto riguarda i proprietari di iPhone 11 Pro, l'unico modo per proteggere i propri dati è disattivare completamente tutti i servizi di geolocalizzazione. Apple non ha ancora commentato la situazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik