03:57 08 Dicembre 2019
Assamblea generale dell'Onu

Assemblea generale ONU intima Israele di lasciare Alture del Golan

CC BY-SA 2.0 / Patrick Gruban
Mondo
URL abbreviato
6361
Seguici su

L'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione che intima Israele a lasciare le alture del Golan occupate, riferisce un corrispondente di Sputnik.

Sono 91 gli stati che hanno votato a favore del documento, 9 contrari, 65 si sono astenuti. Questo documento esorta Israele a lasciare l'intera parte occupata del Golan siriano sulla linea esistente al 4 giugno 1967, conformemente alle pertinenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

L'Assemblea Generale definisce non valida la decisione d'Israele del 14 dicembre 1981 d'imporre le sue leggi, giurisdizioni e governance nel Golan siriano occupato e senza alcuna forza legale.

Gli autori della risoluzione rilevano che l'occupazione in corso del Golan e la loro annessione di fatto rappresentano un ostacolo sulla strada per raggiungere una pace giusta, globale e duratura nella regione.

L’Assemblea generale esorta Israele a riprendere i negoziati con Siria e Libano e di rispettare i suoi obblighi e garanzie stabiliti durante i precedenti negoziati.

Inoltre, l'Assemblea generale ha adottato una risoluzione che invita Israele a cessare le attività d'insediamento nei territori palestinesi occupati. 147 stati hanno votato per questo documento, 7 erano contrari, 13 astenuti.

Le alture del Golan

Durante la Guerra dei Sei Giorni del 1967, Israele riconquistò la Siria e occupò le alture del Golan, e nel 1981 le annetteva unilateralmente. L'appartenenza all'altopiano montano è considerata l'argomento principale del conflitto israelo-siriano. Prima dello scoppio della guerra civile in Siria erano stati intrapresi dei tentativi di risoluzione. Le Nazioni Unite considerano questi territori come occupati.

Gli insediamenti ebraici nei territori della Cisgiordania, che in Israele sono chiamati Giudea e Samaria, apparvero dopo la vittoria d'Israele nella Guerra dei Sei Giorni del 1967. Gli insediamenti non sono considerati parte d'Israele in termini di diritto internazionale o addirittura domestico, a differenza di Gerusalemme Est o delle alture del Golan. Le Nazioni Unite considerano questi territori come occupati.

Correlati:

Il mondo è cambiato: nuovi Stati pretendono un posto al Consiglio di sicurezza dell’ONU
Capo della missione ONU in Mali: ritornano i jihadisti
ONU, la Cina accusa Michelle Bachelet di ingerenza "inappropriata" negli affari interni
Tags:
Siria, guerra, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik