03:08 16 Dicembre 2019
This NASA handout image received 15 May 2007 shows dark matter ring in a galaxy center

Scienziati russi studiano misteriosa sorgente raggi X ultraluminosa in galassia lontana

© AFP 2019 / HO / NASA
Mondo
URL abbreviato
151
Seguici su

Le fonti di raggi X ultraluminose (ULX) sono state osservate per la prima volta nel 1980 dall'Osservatorio di Einstein. Secondo la scienza esiste un ULX per galassia. Gli scienziati non hanno ancora stabilito la natura di base di queste fonti.

Scienziati russi hanno studiato in dettaglio la sorgente di una misteriosa sorgente ai raggi X ultraluminosa ubicata in una galassia lontana, lo si apprende da uno studio pubblicato lo scorso 20 novembre sul sito web arXiv.org. Le ULX sono sorgenti astronomiche ai raggi X note per la loro luminosità, la quale supera quella delle stelle di neutroni e dei buchi neri stellari.

La ULX in questione è situata nella galassia UGC 6456 a 14,8 milioni di anni luce da noi e il team scientifico, guidato da Alexander Vinokurov, dell’Osservatorio speciale di astrofisica, ha individuato la controparte ottica di questo ULX.

Secondo la loro ricerca, l’ULX presenta un’elevata variabilità ottica e ai raggi X, tuttavia la natura di tale comportamento è incerta e richiede ulteriori studi. L’ampiezza assoluta di questo ULX nel suo stato luminescente supera i -7.6 di magnitudo, rendendolo uno degli ULX più luminosi nella gamma ottica tra le fonti note.

Nonostante gli scienziati abbiano condotto numerosi studi sulle fonti di raggi X ultraluminose, la loro natura di base rimane ancora un mistero.

Correlati:

Scoperta una stella super veloce espulsa dal centro della nostra galassia
I buchi neri ‘cucinano le loro galassie’ - studio
Quando eravamo dall’altra parte della Galassia e sulla Terra c’erano i dinosauri - Animazione
Tags:
galassia, Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik