03:12 16 Dicembre 2019
Nave militare nel BosforoLa fregata turca Yavuz nel mar Egeo

Libia e Turchia si spartiscono il Mediterraneo, Grecia e Egitto: "Accordi assurdi"

© REUTERS / Yoruk Isik © AP Photo /
1 / 2
Mondo
URL abbreviato
139
Seguici su

Con un accordo Serraj e Erdogan definiscono i confini delle acque territoriali. La delimitazione non è nota, ma protestano Egitto e Grecia, già in contrasto con Ankara sulle trivellazioni a sud di Cipro.

Il governo libico di Serraj e la Turchia hanno firmato un accordo sui ui confini marittimi nel Mar Mediterraneo che potrebbe complicare le controversie di Ankara sullo sfruttamento energetico con gli altri paesi dell'area. 

La Turchia, che ha reso noto l'accordo nei giorni scorsi, non ha specificato come siano stati delineati i limiti delle acque turche e libiche. La Libia aveva negli scorsi anni riconosciuto unilateralmente di propria pertinenza le acque attualmente corrispondenti alla zona SAR. 

"Questo significa proteggere i diritti della Turchia derivanti dal diritto internazionale", ha dichiarato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu del protocollo d'intesa sulla "delimitazione delle giurisdizioni marittime".

L'Egitto definisce l'accordo completamente illegale, mentre la Grecia, già in contrasto con Ankara per le tensioni sulle trivellazioni a Cipro, protesta con veemenza ritenendo l'accordo geograficamente assurdo in quanto ignora la presenza dell'isola greca di Creta tra le coste della Turchia e della Libia. 

L'appuntamento al Med

A pochi giorni dal Med, la conferenza per il dialogo fra i paesi mediterranei, che avrà inizio il 5 dicembre e che vedrà, tra gli altri la presenza del ministro degli Esteri Lavrov, la situazione della Turchia si va sempre più complicando ed è probabile che il summit di Roma, dove sono attesi anche il ministro degli esteri del governo di accordo nazionale libico, Mohamed Taher Siala e l'omologo turco Cavusoglu, servirà a sciogliere i nodi di questa trama sempre più complessa.

La disputa sulla Continental Shield ha lasciato Ankara alla ricerca di alleati nella regione. I nuovi accordi firmati mercoledì dal presidente turco Tayyip Erdogan e Fayez al-Serraj, il capo del governo di Tripoli assediato dall'esercito ribelle del generale Haftar, segnano un'importante alleanza destinata a far schierare i paesi della Ue, che di recente hanno varato un pacchetto di sanzioni economiche nei confronti della Turchia per le trivellazioni a sud di Cipro.

Tags:
Cipro, Egitto, Grecia, Mediterraneo, Turchia, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik