03:19 08 Dicembre 2019

Casini in Venezuela, incontro con comunità italiana e presidente Nicolas Maduro

Maduro / Facebook
Mondo
URL abbreviato
336
Seguici su

Il presidente Nicolas Maduro ha ricevuto nel palazzo di Miraflores il senatore del PD, Pier Ferdinando Casini. Oggetto della discussione la condizione della comunità italiana in Venezuela.

"Questo incontro rafforza i legami di fratellanza e mutua cooperazione in vista della nuova geopolitica mondiale, basata nel rispetto dell'autodeterminazione dei popoli". Così una nota dal palazzo di Miraflores commenta l'incontro avvenuto tra il presidente Nicolas Maduro, il ministro degli Esteri Jorge Arreaza, la diplomatica Maria Elena Uzzo e il senatore PierFerdinando Casini, presidente ad honorem dell'Unione Interparlamentare e l'ambasciatore Placido Vigo.

Incontro che Nicolas Maduro sui social ha definito "straordinario", durante il quale sono state rafforzate le relazioni di "rispetto e impegno con la comunità italiana in Venezuela". 

Oggetto dei colloqui sarebbe stata principalmente la comunità italiana, che Pierferdinando Casini ha incontrato nei giorni scorsi. In agenda, nel tour di Casini anche l'incontro con il ministro degli Esteri Arreaza e con l'autoproclamato presidente Juan Guaidò, che attualmente ricopre l'incarico di presidente del Parlamento, organo dichiarato ammutinato dalla Suprema Corte di Giustizia e quindi fuori dalla legittimità costituzionale.

La missione di Casini in Venezuela e i negoziati per la pace

Pierferdinando Casini preferisce mantenere un prudente silenzio sulla sua "missione all'estero", che avviene proprio quando in Italia, a Palazzo Madama, la commissione esteri ha ricevuto una delegazione del tavolo "Nazionale per la Pace", ovvero il tavolo dei negoziati a cui siedono le forze al governo e alcuni settori dell'opposizione. All'incontro avvenuto ieti hanno preso parte Francisco Torrealba per il Psuv, il partito di governo, mentre in rappresentanza dell'opposizione sedevano Melba Paredes (Cambiemos) e Javier Bertuchi (Esperanza por el cambio). 

Casini, definito dal quotidiano Libero ministro degli Esteri ombra del PD, ha più volte espresso durante la crisi dello scorso gennaio, il suo sostegno verso l'opposizione antichavista e la convocazione di nuove elezioni. In questo senso si è espresso nel suo incontro con la comunità italiana in Venezuela, senza però escludere dal percorso di uscita dalla crisi i negoziati e il confronto pacifico con il governo di Maduro. 

“È necessario riprendere un filo politico, io l’ho detto a tutti, l’ho detto a Juan Guaidó, l’ho detto al ministro degli esteri venezuelano, Jorge Arreaza, l’ho detto a quelli che ricercano il dialogo perché ciascuno ha la sua idea, io ho la mia…. ma non è che ci salviamo l’anima dicendo come sarebbero belle le cose da fare, se poi non riusciamo a realizzarle”, ha chiarito Casini. 

Casini conferma l'apertura al dialogo fra Italia e Venezuela. “Noi stiamo lavorando - spiega - stiamo lavorando per delle questioni serie, stiamo lavorando con tutti, opposizione e governo, perché voi sapete che abbiamo della gente in prigione, abbiamo gente in Ambasciata e bisogna cominciare a cercare di risolvere qualche problema".

L'orizzonte politico delle negoziazioni restano pur sempre le nuove elezioni, che da sempre Ue e Usa hanno chiesto al Venezuela, non riconoscendo come legittimo l'esito elettorale del maggio 2018. “Bisogna capire come vanno avanti queste cose e soprattutto capire, quando si parla di dialogo politico, a cosa serve? Serve a perdere il tempo o serve per definire un percorso per arrivare alle elezioni?” “Tutti pensano a una elezione diversa”, ha precisato.

Tags:
Pier Ferdinando Casini, Jorge Arreaza, Nicolas Maduro, Venezuela, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik